Bonus POS 2022: importi e come funziona

Luca Paolucci
  • Esperto di: Politica, Economia e Detrazioni Fiscali
19/05/2022

Il bonus POS è stato introdotto lo scorso anno per incentivare gli esercenti a dotarsi di un POS. Nello specifico, la misura prevede il riconoscimento di un rimborso calcolato sulle commissioni pagate sugli strumenti di pagamento elettronici evoluti. Vediamo insieme i dettagli.

close-up-of-customer-paying-by-credit-card-min

Il bonus POS consiste nel riconoscimento di un credito di imposta da calcolare sulle commissioni dei pagamenti singoli o dell’abbonamento mensile che si paga per l’utilizzo del POS. La misura è stata introdotta lo scorso anno con lo scopo di incentivare l’utilizzo di questo metodo di pagamento da parte degli esercenti.

Dal 1° luglio 2022, ricordiamo, scatterà l’obbligo per tutti gli esercenti di dotarsi di un POS.

Bonus POS 2022: di cosa si tratta

cashier-pays-by-card-through-the-terminalthe-cashier-pays-by-card-through-the-terminal-min (1)

Il bonus POS 2022 prevede, fino al prossimo 30 giugno:

  • il rimborso pari al 100% delle commissioni sugli strumenti di pagamento elettronici evoluti;
  • un credito d’imposta sulla spesa sostenuta per l’acquisto o il noleggio di tali strumenti, fino ad un massimo di 160 euro.

Il rimborso riconosciuto per l’acquisto o il noleggio di strumenti di pagamento elettronici evoluti sarà valido per le spese sostenute fino al 30 giugno 2022.

Oltre a ciò, nel caso in cui gli strumenti permettano la memorizzazione elettronica e la trasmissione telematica dei corrispettivi viene riconosciuto un ulteriore bonus dal 40 al 100% della spesa sostenuta, fino ad un massimo di 320 euro, suddiviso nel seguente modo:

  • 100% della spesa per i soggetti con ricavi e compensi relativi al periodo d’imposta precedente non superiori a 200 mila euro;
  • 70% della spesa per i soggetti con ricavi e compensi relativi al periodo d’imposta precedente compresi tra 200 mila e 1 milione di euro;
  • 40% della spesa per i soggetti con ricavi e compensi relativi al periodo d’imposta precedente compresi tra 1 milione e 5 milioni di euro.

Dal 1° luglio 2022, invece, il rimborso scenderà al 30% in misura fissa.

Bonus POS 2022: quando spetta?

close-up-image-woman-paying-with-credit-card-cafe-min

Per poter accedere al bonus POS sono richiesti alcuni requisiti legati alle caratteristiche hardware e software degli strumenti di pagamento acquistati o noleggiati e, più nello specifico, al collegamento tra POS e registratori telematici.

Le indicazioni sono contenute nel provvedimento dell’Agenzia delle Entrate del 6 agosto 2021, e sono le stesse valide per l’obbligo degli scontrini elettronici comunicate con il provvedimento del 28 ottobre 2016.