Bonus Poste: cos’è, a chi spetta, requisiti e importo

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
23/08/2022

Poste Italiane ha introdotto un bonus dal valore di 700 euro per coloro che possiedono un libretto presso di loro. Scopriamo insieme di cosa stiamo parlando.

pagamento-pensioni-poste

Anche le Poste hanno promosso un bonus per i cittadini che possiedono un libretto presso Poste Italiane. Il suo valore può raggiungere una soglia massima di 700 euro e protegge dal furto di contante.

Vediamo insieme di cosa si tratta.

Bonus Poste: cos’è e come funziona

poste (1)

Il bonus Poste è un bonus legato al cosiddetto libretto smart sottoscritto dai cittadini con Poste Italiane. Stiamo parlando del vecchio libretto postale cartaceo che adesso è stato dematerializzato e su cui si può decidere di accumulare i propri risparmi.

Il bonus Poste di 700 euro consiste in una sorta di assicurazione “gratuita” sul prelievo con carta. Nello specifico è prevista un’assicurazione contro il furto di contante, per tutti i titolari della Carta Libretto Postale che accreditano la pensione sul libretto. Nelle due ore successive al prelievo il pensionato è coperto un’assicurazione gratuita contro il furto e fino a un massimo annuo di 700 euro.

Per poter usufruire del bonus Poste i requisiti sono i seguenti:

  • essere titolari di libretto smart;
  • essere pensionati;
  • avere accredito pensione sul libretto.

Libretto smart: cos’è e come funziona il prelievo contanti

Poste_Italiane_-_sign-scaled

Al libretto smart legata anche la carta libretto, tramite la quale è possibile effettuare versamenti sul libretto stesso presso tutti gli uffici postali.

Inoltre, sempre con la carta, presso tutti gli uffici postali e gli sportelli automatici (ATM) del circuito Postamat è possibile:

  • prelevare contanti
  • controllare il saldo e la lista movimenti
  • effettuare operazioni di girofondi da o verso il proprio Libretto Smart.

Con il libretto smart sono ammesse anche operazioni online, come l’acquisto di buoni. È consentito anche l’accredito della pensione (fornendo all’INPS l’IBAN del libretto).

Il prelievo in contanti con carta libretto da sportelli automatici (ATM) postali su circuito Postamat non è illimitato. Sono, infatti, previsti i seguenti limiti massimi:

  • 600 euro al giorno
  • 2.500 euro al mese.