Bonus prima casa 2021 in scadenza: quali sono e come funzionano

Luca Paolucci
  • Esperto di: Politica, Economia e Detrazioni Fiscali
26/12/2021

Il prossimo 31 dicembre scadranno numerosi bonus previsti per l’acquisto dell’abitazione principale. L’Agenzia delle Entrate ha stilato un documento riassuntivo contenente le informazioni relative agli incentivi e alle agevolazioni usufruibili in questi ultimi giorni: vediamole insieme.

businessmen-hold-house-model-in-hand-min

L’Agenzia delle Entrate ha redatto una breve guida al pacchetto di bonus introdotti per l’acquisto dell’abitazione principale: oltre alla descrizione delle varie agevolazioni fiscali previste, infatti, sono stati indicati anche i requisiti da rispettare per potervi accedere e le informazioni sulle tipologie di immobili per cui è possibile richiedere i bonus.

Gran parte di questi, ricordiamo, scadranno il prossimo 31 dicembre: vediamo insieme tutto ciò che c’è da sapere a riguardo.

Bonus prima casa 2021: tutte le misure

crop-hand-holding-house-near-coins (1)-min

Il 31 dicembre scadranno gran parte delle misure contenute nel bonus prima casa 2021, il pacchetto di incentivi ed agevolazioni fiscali da utilizzare nel caso di acquisto di un immobile da adibire ad abitazione principale.

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato una guida sulle misure previste, che vanno dalla riduzione dall’IVA allo sconto sulle imposte di registro, ipotecarie e catastali.

Di seguito le agevolazioni usufruibili da chi acquista l’abitazione principale:

  • riduzione dell’IVA dal 10 al 4%, esclusivamente per gli acquisti effettuati dall’impresa costruttrice, con imposte ipotecarie e catastali fissate entrambe a 200 euro;
  • imposta di registro al 2% per gli acquisti da privati, con l’imposta ipotecaria e quella catastale fissate a 50 euro l’una;
  • detrazione ai fini Irpef del 19% sui compensi corrisposti all’agenzia intermediaria per un importo non superiore ai 1.000 euro, qualora si acquisti da un’agenzia immobiliare;
  • credito d’imposta per chi vende una casa e ne compra una nuova entro 12 mesi (nello specifico è possibile sottrarre dall’imposta da versare quella già pagata con il precedente acquisto).

Bonus prima casa 2021: quando si possono utilizzare

closeup-shot-of-a-person-thinking-of-buying-or-selling-a-house-min

Nella guida dell’Agenzia delle Entrate sono stati indicati anche i requisiti da rispettare per usufruire dei bonus prima casa 2021:

  • non essere proprietari di immobile adibito ad abitazione nello stesso Comune nel quale si richiedono le agevolazioni per l’acquisto della prima casa;
  • non essere titolare di diritto di uso, usufrutto o abitazione di altro immobile nello stesso Comune;
  • avere o stabilire entro 18 mesi la residenza nel Comune in cui si desidera acquistare l’immobile usufruendo delle agevolazioni fiscali (o, in alternativa, dimostrare di avere nel Comune d’acquisto la propria sede di lavoro);
  • non essere titolare di abitazioni in tutto il territorio nazionale acquistate tramite analoghe agevolazioni.

Si ricorda, infine, che le agevolazioni previste dal bonus prima casa 2021 vengono erogate solamente per immobili che non rientrino nelle categorie catastali A1, A8 e A9 (restano quindi escluse le abitazioni di lusso). Nel dettaglio, le categorie catastali ammesse sono le seguenti:

  • A/2, abitazioni di tipo civile;
  • A/3, abitazioni di tipo economico;
  • A/4, abitazioni di tipo popolare;
  • A/5, abitazioni di tipo ultra popolare;
  • A/6, abitazioni di tipo rurale;
  • A/7, abitazioni in villini;
  • A/11, abitazioni e alloggi tipici dei luoghi.