Bonus prima casa 2022, stop alla sospensione dei termini: da quando ripartono?

Luca Paolucci
  • Esperto di: Politica, Economia e Detrazioni Fiscali
30/03/2022

Bonus prima casa 2022: da venerdì 1° aprile riparte il conteggio dei termini relativi agli adempimenti da rispettare per chi ha beneficiato del bonus prima casa. Vediamo nel seguente articolo tutte le ultime novità a riguardo.

stay-at-home-concept-on-wooden-table-side-view-hand-holding-wooden-cube-min (1)

Bonus prima casa: l’Agenzia delle Entrate, con la circolare n. 8 del 29 marzo, ha confermato la ripresa dal 1° aprile 2022 del decorso dei termini degli adempimenti per chi ha usufruito delle agevolazioni relativa all’acquisto dell’abitazione principale.

Vediamo insieme le novità sul tema e quali sono gli adempimenti interessati dalla circolare.

Bonus prima casa: stop alla sospensione dei termini

house-key-in-home-insurance-broker-agent-s-hand-protection-min

Nella legge di conversione del decreto Milleproroghe, approvata in Senato lo scorso 28 febbraio, è stata prevista una nuova sospensione fino al 31 marzo 2022 dei termini degli adempimenti per chi ha beneficiato dei bonus prima casa previsti dalla nota II-bis, dell’articolo 1, della Tariffa Parte Prima, allegata al d.P.R. 26 aprile 1986, n. 131.

Dopo la prima proroga fino al 30 dicembre 2020, il decreto Milleproroghe dello scorso anno aveva rinviato la scadenza al 31 dicembre 2021: ora il conteggio del tempo a disposizione per ultimare gli adempimenti relativi all’immobile precedentemente riprenderà, quindi, da venerdì di questa settimana, il 1° aprile.

Quella di prorogare ulteriormente la scadenza è stata una decisione nata dall’esigenza di far fronte alle difficoltà causate dalla pandemia, che hanno provocato problemi e ritardi nella compravendita dei beni immobiliari.

Bonus prima casa: quali termini ripartono

businessmen-hold-house-model-in-hand-min

Dopo il prolungamento della sospensione fino al 31 marzo, quindi, da venerdì 1° aprile riprenderanno a decorrere i seguenti termini:

  • il limite massimo di 18 mesi per trasferire la residenza dal Comune di origine al Comune nel quale ricade la nuova abitazione, che si calcola dal momento dell’acquisto della nuova casa;
  • il limite massimo di 12 mesi per vendere l’immobile posseduto nello stesso Comune in cui si intende effettuare il nuovo acquisto;
  • il limite massimo di 12 mesi per il riacquisto della prima casa in caso di vendita dell’immobile comprato nei cinque anni precedenti con il beneficio fiscale per l’abitazione principale.