Bonus prima casa 2023: cos’è, come funziona e novità

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
03/01/2023

Il bonus prima casa è stato confermato per il 2023 dalla Legge di Bilancio senza apportare modifiche. Dunque, anche quest’anno, i giovani under 36 potranno beneficiare dell’agevolazione per l’acquisto della prima casa.

crop-hand-holding-house-near-coins (1)-min

La Legge di Bilancio ha confermato per il 2023 anche il bonus prima casa under 36, posticipando la scadenza della misura al 31 dicembre di quest’anno.

Si tratta di un’agevolazione rivolta ai giovani con un’età inferiore ai 36 anni che presentano un Isee fino a 40mila euro e che hanno acquistato o acquistano l’abitazione tra il 26 maggio 2021 e il 31 dicembre 2023. Per il 2023 sono stati stanziati 430 milioni di euro con una proroga “secca“, in quanto la misura è stata confermata senza apportare alcun tipo di modifica.

Bonus prima casa: di cosa si tratta

house-key-in-home-insurance-broker-agent-s-hand-protection-min

I giovani under 36 possono beneficiare di un accesso prioritario al Fondo di Garanzia Consap, che prevede una copertura all’80% della quota capitale del finanziamento, tramite il bonus prima casa.

L’agevolazione consiste  in un’esenzione dall’imposta di registro e dalle imposte ipotecaria e catastale, nel caso in cui l’acquisto immobiliare sia soggetto a imposta di registro.

Inoltre, se l’acquisto è soggetto a Iva, si ha diritto a un credito d’imposta, che in sostanza è un ristoro pari all’aliquota da versare che, in tali circostanze, è fissata al 4%.

Bonus prima casa: i requisiti d’accesso

house-167734_1920

Per accedere all’agevolazione, è necessario avere meno di 36 anni di età ed essere in possesso di un ISEE inferiore a 40mila euro annui.  In tal caso si riceve la garanzia statale all’80%, come previsto. Se invece l’Isee è superiore, è comunque possibile accedere alle condizioni vantaggiose del mutuo agevolato ma solo sul 50% della somma necessaria all’acquisto.

Per poter usufruire del mutuo agevolato under 36 per il 2023, il beneficiario non deve risultare già proprietario di un’altra abitazione, a meno che non si verifichi un caso di successione mortis causa per cui diventa erede di un appartamento ad esempio.