Bonus prima casa under 36: requisiti e come funziona

19/09/2021

Il Governo prosegue la sua serie di aiuti per le varie fasce di cittadini e contribuenti. In questo articolo analizzeremo il beneficio che potrebbero avere gli under 36 nell’acquisto della prima casa: scopriamo i dettagli della vicenda insieme.

Giovani

Lo Stato ha deciso di porre in essere un programma di aiuti rivolto a tutti gli under 36 che abbiano intenzione di acquistare una prima casa sfruttando un mutuo.

Essendo uno step molto importante, la vicinanza delle istituzioni deve farsi sentire ancor di più: questa è l’idea del premier Draghi.

Cerchiamo di capire come funziona il bonus prima casa per gli under 36.

Agevolazione prima casa: come funziona

office-with-documents-and-money-accounts

Questo rappresenta uno dei due tipi di aiuti che il Governo ha posto in essere per i giovani, insieme a quello per facilitare la ricerca di un lavoro. Il piano per la prima casa punta ad offrire la possibilità ad alcuni giovani di usufruire di agevolazioni inerenti l’acquisto della prima casa. Tutti gli interessati dovranno però avere un ISEE inferiore a 40 mila euro.


Leggi anche: Bonus prima casa under 36: requisiti e vantaggi

Il Sostegni bis inoltre ha disposto:

  • il potenziamento del Fondo di garanzia prima casa;
  • l’esenzione dalle imposte di registro, di quelle ipotecarie e catastali.

Il Fondo di garanzia prima casa era già stato predisposto dall’ordinamento e prevedeva la copertura del 50% per l’acquisto di una prima casa: con il Sosetgni bis la copertura è stata allargata all’80% della rata del mutuo. Onere dell’acquirente sarà quello di corprire solo il 20% della spesa.

A chi è rivolto il bonus?

crop-hand-holding-house-near-coins-min

È stata inoltre ampliata a platea dei soggetti aventi diritto al bonus: in primis è stato tolto il vincolo del possesso di un contratto di lavoro a tempo indeterminato, introducendo la possibilità di parteciparvi anche a chi è in possesso di contratto atipico, contratto a tempo determinato o a chi sia un libero professionista.

Unico requisito vigente è quello di essere in possesso di un ISEE inferiore a 40 mila euro. Per raggruppare tutte le caratteristiche che il richiedente deve possedere si può affermare che i requisiti sono:

  • certificazione ISEE non superiore ai 40 mila euro annui;
  • non avere alcun altro immobile ad uso abitativo;
  • Il mutuo deve essere richiesto per un’abitazione che si trovi sul territorio italiano.

 

Mattia Anastasi
  • Laureato in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
  • Laureando in Finanza e Metodi Quantitativi per l'Economia curriculum in Assicurazioni
  • Esperto in: Economia e Detrazioni Fiscali
Suggerisci una modifica