Bonus prodotti sfusi e alla spina 2022 in scadenza: come fare domanda

Luca Paolucci
  • Esperto di: Politica, Economia e Detrazioni Fiscali
22/04/2022

Il 30 aprile 2022 è l’ultimo giorno utile per l’invio delle domande di accesso al contributo a fondo perduto per gli esercizi commerciali di vicinato e di media e grande dimensione rivenditori di prodotti sfusi o alla spina. Vediamo come funziona la misura e qual’è la procedura di richiesta.

adobestock-207734924 (1)-min

I rivenditori di prodotti sfusi o alla spina possono presentare domanda di contributo a fondo perduto, per le spese sostenute nel 2021, entro e non oltre il 30 aprile 2022.

La misura prevede il riconoscimento di un bonus fino a 5.000 euro a chi effettua determinate tipologie di spese: vediamole nel dettaglio nel seguente articolo.

Bonus prodotti sfusi e alla spina: importi e domanda

money-notepad-and-calculator-on-the-table

I rivenditori di prodotti sfusi o alla spina hanno tempo fino alla fine del mese per presentare domanda di contributo a fondo perduto per le spese sostenute nel 2021: l’invio delle istanze può essere effettuato esclusivamente tramite la procedura informatica di Invitalia fino alle ore 23.59 del 30 aprile 2022.

Una volta autenticati tramite SPID, CIE o CNS si dovrà accedere alla sezione specifica relativa alla misura “Bando Prodotti Sfusi (spese 2021)”.

Il contributo a fondo perduto, ricordiamo, può raggiungere l’importo massimo di 5.000 euro ad attività, corrisposto secondo l’ordine di presentazione delle domande e nel limite complessivo di 20 milioni di euro per il 2021 (sino ad esaurimento delle risorse).

Bonus prodotti sfusi e alla spina: di cosa si tratta

plastic-free-gf4df431c1_1920

I contributi a fondo perduto per i prodotti sfusi o alla spina, disciplinati dal decreto del MiTE del 23 ottobre 2021, sono riconosciuti agli esercenti commerciali di vicinato e a quelli di media e di grande dimensione che:

  • predispongono all’interno dei propri locali spazi destinati alla vendita di prodotti alimentari e detergenti sfusi o alla spina;
  • aprono nuovi punti vendita destinati esclusivamente alla commercializzazione di prodotti sfusi o alla spina.

Le spese ammesse all’incentivo sono le seguenti:

  • costi di progettazione e di realizzazione del punto vendita o dello spazio dedicato alla vendita dei prodotti sfusi;
  • spese sostenute per l’acquisto di attrezzature funzionali alla vendita di prodotti sfusi, comprese quelle per l’arredamento o l’allestimento del punto vendita o dello spazio dedicato;
  • costi relativi ad iniziative di informazione, di comunicazione e di pubblicità dell’iniziativa.

Non vengono considerate ammissibili le spese sostenute per l’acquisto o l’igienizzazione dei contenitori dei prodotti alimentari e dei detergenti venduti.