Bonus psicologo 2022: c’è la data del pagamento

Luca Paolucci
  • Laurea in Economia e Management
  • Laureato in Management Internazionale
15/10/2022

Bonus psicologo: bisognerà attendere ancora per i pagamenti. Le domande scadranno il 24 ottobre, ma come specificato dal Direttore Generele dell’INPS Vincenzo Caridi ci sono dei tempi tecnici da rispettare, almeno 30 giorni, prima dell’erogazione delle somme. Vediamo tutte le ultime novità nel seguente articolo.

inps-pensioni-1200×675

Bonus psicologo: quando arriva il pagamento?

Le domande per il contributo potranno essere inviate fino al 24 ottobre, ma il pagamento arriverà solo dopo il 25 novembre, data in cui l’INPS pubblicherà le graduatorie per l’assegnazione dei voucher.

Vediamo nel dettaglio le ultime indicazioni comunicate dal Direttore Generale dell’INPS Vincenzo Caridi.

Bonus psicologo: quando viene pagato?

vincenzo-caridi-scaled-e1646224817406

Il direttore generale dell’INPS Vincenzo Caridi ha fornito importanti chiarimenti sulle tempistiche per l’erogazione del bonus psicologo. Per il pagamento del bonus, infatti, si dovrà aspettare ancora.

Le somme arriveranno solo dopo il 25 novembre, data prevista per la pubblicazione delle graduatorie per l’assegnazione dei voucher. Inoltre, non sarà il richiedente a ricevere l’importo, ma direttamente i professionisti iscritti all’Albo degli Psicologi che hanno aderito all’iniziativa:

Sarà il professionista ad accedere alla piattaforma INPS indicando le date delle sedute e l’importo richiesto per ogni seduta. A quel punto, per ogni sessione confermata, l’importo relativo verrà scalato dalla disponibilità sul codice univoco e genererà un pagamento verso il professionista.

Bonus psicologo 2022: le tempistiche

12-inps-ansa

Il direttore generale dell’INPS ha chiarito anche le ragioni per cui si devono attendere trenta giorni tra il termine per la presentazione delle domande e la pubblicazione delle graduatorie:

In fase di presentazione sono state accettate richieste da parte di soggetti che presentavo un ISEE con omissioni e/o difformità, come ammesso dalla circolare INPS n. 83 del 19 luglio. Nei trenta giorni di tempo che intercorrono tra la data di chiusura delle domande e la pubblicazione della graduatoria i soggetti appartenenti a questa categoria devono però regolarizzare la propria DSU, anche con il supporto delle sedi.

Tra il 24 ottobre e il 25 novembre l’INPS informerà i soggetti che hanno presentato la domanda con ISEE irregolare, invitandoli a presentare una DSU correttiva.