Bonus psicologo 2023 novità: aumenti da 600 a 1500 euro

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
02/01/2023

Il governo ha intuito l’importanza del bonus psicologo per gli italiani, al punto che è stato aumentato l’importo spettante e la misura è stata resa strutturale. Con questi interventi si potrà dire che il bonus è permanente, ma saranno diminuiti i beneficiari. Vediamo tutte le novità a riguardo nel seguente articolo.

Psicologo

Uno dei tanti emendamenti alla Legge di Bilancio ha fatto in modo che il bonus psicologo subirà un aumento dell’importo spettante: dagli originari 600 euro si è arrivati a 1.500 euro. La misura in seguito è stata resa strutturale, ossia centrale nell’ordinamento e permanente. I benefici che ha portato sia ai contribuenti che ai professionisti sono stati molti, ecco perché si è deciso di aumentarne l’importanza.

Ripercorriamo insieme il bonus psicologo nel seguente articolo.

Bonus psicologo: cos’è e come funziona

Psicologo

Cos’è e come funziona il bonus psicologo? Si tratta di un contributo statale che consente di sostenere delle spese per assistenza psicologica. Si ricorda che tale importo ammontava in precedenza a 600 euro, mentre con il recente intervento della Manovra si è arrivati a 1.500 euro. La misura è stata molto utile per tutti i contribuenti che nel corso del periodo della pandemia hanno accusato patologie psicologiche.

L’importo spettante varia a seconda dell’ISEE del beneficiario, calcolato sulla base che ogni seduta abbia un costo medio di circa 50 euro.

Bonus psicologo: requisiti per averlo

Psicologo

Vediamo ora quali sono i requisiti per avere il bonus psicologo. Come si legge dal testo del bonus, possono richiedere il bonus tutti coloro che:

A causa dell’emergenza pandemica e della conseguente crisi socio-economica, si trovano in una condizione di depressione, ansia, stress e fragilità psicologica.

I requisiti essenziali da avere per poter presentare la domanda sono i seguenti:

  • essere residente in Italia;
  • disporre di un valore dell’Indicatore della situazione economica equivalente (ISEE, qui come calcolarlo), in corso di validità non superiore a 50mila euro.