Bonus pubblicità 2022: pubblicato l’elenco degli ammessi

Luca Paolucci
  • Esperto di: Politica, Economia e Detrazioni Fiscali
12/04/2022

Bonus pubblicità 2022: è stato pubblicato in data 8 aprile l’elenco dei richiedenti ammessi al credito d’imposta per gli investimenti pubblicitari effettuati nel 2021. La lista completa è disponibile sul sito internet del Dipartimento per l’informazione e l’editoria.

2800agenzia-entrate

È disponibile sul sito del Dipartimento per l’informazione e l’editoria l’elenco dei soggetti ammessi al bonus pubblicità 2022, il credito d’imposta riconosciuto nel limite del 50% delle spese relative agli investimenti pubblicitari effettuati lo scorso anno.

La graduatoria è stata approvata con provvedimento del Capo del Dipartimento datato 7 aprile 2022 ed è visualizzabile sul sito dello stesso Dipartimento.

Vediamo quali sono le ultime novità sul bonus.

Bonus pubblicità 2022: pubblicata la graduatoria

Bonus pubblicità 2022: pubblicato l’elenco degli ammessi

Bonus pubblicità: con provvedimento del Capo del Dipartimento per l’informazione e l’editoria datato 7 aprile 2022 è stato approvato l’elenco dei soggetti ammessi alla fruizione del credito di imposta per gli investimenti pubblicitari realizzati nel 2021.

La fruizione del credito d’imposta è condizionata alla verifica preventiva da parte delle imprese di non aver superato nel triennio i massimali stabiliti dalla normativa europea sugli aiuti de minimis, secondo quanto indicato all’art. 2, comma 2, del provvedimento che approva il presente elenco.

Ai fini della fruizione del credito, inoltre, è necessario indicare in sede di compilazione del modello F24 il codice tributo 6900, istituito dall’Agenzia delle Entrate con Risoluzione n. 41/E dell’8 aprile 2019.

Bonus pubblicità 2022: di cosa si tratta

computer with hand pointer pixel cursor

Con il bonus pubblicità l’Agenzia delle Entrate fornisce la possibilità, a chiunque abbia sostenuto spese per investimenti pubblicitari di natura commerciale, di accedere ad un credito d’imposta pari al 50% delle spese effettuate, con un limite di spesa totale di 20 milioni di euro all’anno.

Sono ammessi gli investimenti effettuati da imprese e lavoratori autonomi, compresi gli enti non commerciali, sulla stampa quotidiana e periodica (anche online), e sulle emittenti televisive e radiofoniche locali e nazionali, analogiche o digitali, non partecipate dallo Stato.

Per poter beneficiare del bonus pubblicità 2022 non è più richiesto il vincolo dell’incremento minimo dell’1% degli investimenti.