Bonus Renzi: è possibile riottenerlo?

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
06/04/2022

In molti si stanno chiedendo se è possibile riottenere il bonus Renzi, dopo non averlo utilizzato. Al momento infatti il bonus è stato tolto, per coloro che hanno un reddito inferiore ai 28 mila euro. Nel seguente articolo spiegheremo come è possibile riottenerlo e quando verrà erogato il rimborso.

nuovo_bonus_renzi_2020

Il bonus Renzi è stato uno dei benefici sacrificati per lasciar posto alla riforma fiscale. Il bonus è considerato molto utile per tutti coloro che sono da poco nel mondo del lavoro, in quanto era riservato ai redditi inferiori ai 28 mila euro. E’ però possibile riottenerlo una volta perso?

Cerchiamo di rispondere a questa domanda insieme, valutando i dettagli della vicenda.

Bonus Renzi: ecco come riaverlo

Soldi

Vediamo come e quando è possibile riottenere il bonus Renzi, sparito dalla busta paga dopo la riforma fiscale introdotta dalla Legge di Bilancio. In primis è bene fare chiarezza su chi sono i beneficiari del bonus Renzi secondo le nuove regole: si tratta di color che:

  • hanno un reddito fino a 15mila euro. Per costoro il bonus rimane in busta paga in forma piena (100 euro);
  • per i redditi compresi tra 15mila e 28mila bisogna fare il calcolo in base alle somma delle detrazioni spettanti per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2021.

Ad essere fortemente penalizzati dalla riforma sono dunque coloro che hanno un reddito compreso tra i 25 mila e i 28 mila euro. Il modo per ottenerlo di nuovo per questa categoria è quello di effettuare la dichiarazione dei redditi il prossimo anno.

Bonus Renzi: ecco quando arriverà

cash soldi pagamenti

Vediamo ora quando arriverà il bonus Renzi, per coloro che sono rimasti beneficiari nonostante la riforma fiscale in atto. Per quanto riguarda le tempistiche, bisogna rispettare i tempi tecnici dell’Agenzia delle Entrate: la dichiarazione dei redditi dei lavoratori dipendenti viene solitamente messa a disposizione per Aprile, in modo tale da poter inviare la documentazione all’Agenzia per il mese di Maggio.

Di solito le somme inizieranno ad essere erogate per il mese di Luglio, ma attenzione non del 2022, ma del 2023, in quanto la dichiarazione dei redditi effettuata quest’anno varrà per il prossimo anno.