Bonus revisione auto prorogato al 2024: cos’è e come fare domanda

È stato prorogato al 31 dicembre 2024 il bonus revisione auto, o bonus veicoli sicuri, l’agevolazione introdotta per calmierare i rincari sulle tariffe della revisione di auto, moto e furgoni. Vediamo i dettagli della misura e come fare domanda.

auto-mechanic-checking-car-min

Il bonus revisione auto, o bonus veicoli sicuri, consiste in un contributo volto a limitare gli effetti dei rincari della revisione auto sulle famiglie italiane.

La misura, nel dettaglio, prevede l’erogazione di una somma annuale di 9,95 euro a veicolo fino al 2024 euro da utilizzare, appunto, per abbassare il costo della revisione: vediamo più da vicino come funziona l’agevolazione e in che modo va richiesta.

Bonus revisione auto 2023: di cosa si tratta

muscular-car-service-worker-repairing-vehicle-min

Sarà attiva fino al 31 dicembre 2024 la piattaforma per inviare le richieste del cosiddetto bonus veicoli sicuri, l’agevolazione riconosciuta per le spese sostenute a partire dal 1° novembre 2021 ai proprietari che sottopongono il proprio veicolo a motore, auto o moto che sia, alle operazioni di revisione presso officine e centri autorizzati.

L’importo del contributo

Il contributo erogato ha un importo fisso di 9,95 euro a veicolo e può essere richiesto per una sola volta all’anno e nel limite delle risorse stanziate.

La misura, inizialmente, è stata introdotta con il decreto del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile del 24 settembre 2021 per calmierare il costo della revisione auto, aumentato di 11,87 euro.

Bonus revisione auto 2023: come fare domanda

table-workplace-close-up-man-hands-at-home-working-typing-on-laptop-min

Le domande per ricevere il bonus revisione auto possono essere inoltrate tramite l’apposita piattaforma online. Una volta autenticati tramite SPID, CIE o CNS, i soggetti interessati a ricevere il contributo dovranno inserire le seguenti informazioni:

  • nome, cognome e codice fiscale del soggetto intestatario del veicolo (che deve essere lo stesso che richiede il bonus);
  • targa del veicolo da sottoporre alla revisione;
  • data in cui verrà eseguita la revisione;
  • codice IBAN su cui si intende ricevere l’accredito;
  • indirizzo email per eventuali comunicazioni connesse all’erogazione del rimborso.

La richiesta del bonus potrà essere effettuata solamente dopo aver eseguito la revisione presso officine e centri autorizzati.

Lascia un commento