Bonus risparmio energetico: cos’è e come funziona?

Con l’avvicinarsi del nuovo anno, sorge la curiosità di capire quali siano le prospettive per il bonus risparmio energetico nel 2024. Rimarranno invariati i contributi per l’efficientamento energetico delle abitazioni? Quali saranno i requisiti da soddisfare per accedere a tali benefici?

Energia

Le anticipazioni riguardanti il bonus risparmio energetico 2024 evidenziano che le modifiche sostanziali entreranno in vigore solo dal 2025, con la prossima Legge di Bilancio. Tuttavia, già per l’anno a venire, si prevedono alcune piccole novità che riguardano i destinatari dei contributi per l’efficientamento energetico.

Bonus risparmio energetico: cosa è confermato per il 2024?

Energia, Elettrica

Mentre molte agevolazioni attualmente in vigore verranno confermate per il 2024, una delle novità più significative riguarda le modalità di erogazione dei benefici. A partire dal prossimo anno, il bonus risparmio energetico non sarà più erogato direttamente ai richiedenti, ma tramite le ESCo (Energy Service Company), società specializzate in servizi chiavi in mano per l’efficientamento energetico. Attualmente, in Italia operano 1.025 ESCo certificate, principalmente impegnate in progetti per grandi immobili, tra cui edifici destinati agli uffici e condomini.

Quali agevolazioni sono confermate per il 2024?

Per quanto riguarda le agevolazioni confermate nel 2024, il Superbonus, l’Ecobonus standard e il bonus infissi rimarranno attivi. Tuttavia, per il Superbonus, dal primo gennaio sarà possibile usufruire del beneficio solo per i lavori condominiali, con un rimborso del 70% delle spese detraibili anche per lavori già in corso.

Entro quando si può presentare la richiesta?

È importante notare che, per le richieste presentate dopo il 17 febbraio 2023, non sarà possibile accedere alla cessione di credito e allo sconto in fattura.

Quale aliquota di sconto viene offerta?

energia verde vento eolica

L’Ecobonus standard offrirà un rimborso del 75% per i lavori condominiali, e si aggiunge al bonus ristrutturazioni del 50% per interventi come il cambio della caldaia. Infine, per il bonus infissi, si potrà accedere a un rimborso del 75% in cinque anni, estendendosi fino al 2025. In conclusione, il 2024 si preannuncia come un anno di conferme e adeguamenti che puntano a rendere ancora più efficiente il settore del risparmio energetico per le abitazioni.

Lascia un commento