Bonus ristrutturazione 2022: proroga, cessione credito e sconto in fattura

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
25/12/2021

Cresce l’attesa per l’approvazione della nuova Legge di Bilancio, che dovrebbe arrivare entro poche settimane. Si attende di capire quali novità avrà al suo interno e soprattutto su quali ambiti. Una delle papabili proroghe riguarda il bonus ristrutturazione, che ha riscontrato un gran successo nel 2021.

superbonus 110

Si stanno delineando i contenuti della nuova Legge di Bilancio e in particolare è arrivata la conferma della proroga del bonus ristrutturazione anche per il 2022. Resta da sciogliere il nodo delle modalità con le quali potrebbe avvenire la proroga, ossia sconto in fattura, cessione del credito o mera detrazione.

Approfondiamo la questione insieme.

Bonus ristrutturazione: prorogato per il 2022?

CISA lavori superbonus

Il bonus ristrutturazione è una delle agevolazioni più utilizzate dagli italiani, ecco perché si parla molto bene della sua proroga fino al 2022. Il bonus permette ai beneficiari di portare in detrazione il 50% delle spese sostenute, con un massimale di spesa di 96mila euro.

Come molte altre misure, è in scadenza per il 31 Dicembre 2021, e visto che la sua proroga avviene di anno in anno, si attende con ansia l’ufficialità dalla nuova Legge di Bilancio. Stando alle parole del Ministro dell’Economia Franco, i bonus per la ristrutturazione di immobili dovrebbero essere rinnovati.

Ci saranno anche la cessione del credito e lo sconto in fattura?

Ristrutturazione

Tutti i bonus inerenti ai lavori in casa sono caratterizzate da diverse modalità di erogazione. Tuttavia, la più utilizzata è quella in forma di detrazione, ossia lo sconto in fattura e cessione del credito, i quali saranno entrambi rinnovati.

Gli unici bonus a non avere tali possibilità sono il bonus verde e il bonus mobili, che si servono solo della detrazione nella dichiarazione dei redditi, ottenibile in 10 quote annuali di pari importo. La conferma ufficiale sembra essere dunque arrivata circa le modalità di erogazione del bonus, che dovrebbe mantenere entrambe le modalità, ossia cessione del credito e sconto in fattura.

Si attende l’annuncio della nuova Legge di Bilancio entro le prossime ore.