Bonus ristrutturazione: novità e regole

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
16/12/2021

Il bonus ristrutturazione è al centro dell’attenzione a causa di una particolarità, ossia il soggetto preposto all’invio della comunicazione inerente alla cessione del credito. Vediamo quali sono le regole in materia, su disposizioni dell’Agenzia delle Entrate.

CISA lavori superbonus

Il nuovo decreto legge n. 157/2021 ha introdotto delle importanti novità per quanto riguarda la comunicazione della cessione del credito, inerentemente al bonus ristrutturazione. La comunicazione deve avvenire per via telematica e deve essere fatta dal soggetto che ha effettuato il primo controllo dei documenti, per verificare la presenza di tutti i requisiti necessari.

Ma non sempre sarà così: vediamo tutte le novità sul bonus ristrutturazione.

Bonus ristrutturazione: ecco chi deve inviare la comunicazione

superbonus 110

Con l’entrata in vigore del nuovo decreto legge n. 157/2021l’Agenzia delle Entrate ha chiarito chi sarà il soggetto che dovrà inviare la documentazione sulla cessione del credito. Stando alla norma del 12 Novembre 2021 dunque dovrà effettuare la comunicazione lo stesso soggetto che applicherà il visto di conformità.

Questo può essere o il commercialista stesso o altro soggetto abilitato dall’Agenzia delle Entrate. Per quanto riguarda i condomini invece vi è una deroga alla normativa generale. L’invio delle documentazione potrà essere effettuato sempre da colui che applica il visto di conformità, ma anche dall’amministratore del condominio. Ciò per i lavori sulle parti comuni dell’edificio.

Bonus ristrutturazione: chi deve comunicare la cessione delle rate residue?

tasse calcolo

L’Agenzia delle Entrate ha fatto chiarezza anche sull’invio della comunicazione per quanto riguarda la cessione delle rate residue. Come si legge nell’informativa apposita, l’Agenzia è l’ente preposto al check del visto di conformità e all’attestazione della congruità delle spese.

Quanto detto vale per la comunicazione delle rate della cessione del credito non fruite, per le spese sostenute nel 2020. In breve, il soggetto tenuto a darne comunicazione è colui che rilascerà il visto di conformità. In questo caso sia per edifici normali sia per i condomini.