Bonus ristrutturazioni 2021: per quali lavori e come funziona

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
05/08/2021

Ci sono molti bonus e agevolazioni che stanno rendendo appetibili le case da ristrutturare, le quali stanno avendo sempre più mercato. Ma è effettivamente conveniente acquistare una casa da ristrutturare anziché una di nuova costruzione? Scopriamolo insieme.

5244020

Complici le nuove agevolazioni per comprare la prima casa, è bene fare un’attenta analisi dei bonus fiscali riconosciuti a chi compra un immobile che necessita di interventi di ristrutturazione.

Dal bonus ristrutturazioni del 50% e il collegato bonus mobili, fino all’ecobonus, fare lavori in casa nel 2021 è meno costoso, anche grazie alla possibilità di accedere allo sconto in fattura e alla cessione del credito.

Scopriamo quindi insieme quali sono le agevolazioni fiscali che consentono di abbattere i costi previsti.

Casa da ristrutturare: come orientarsi tra le agevolazioni

planning-3536759_1920

Il bonus ristrutturazioni è rivolto a coloro che vogliono acquistare una casa che necessita di lavori di ristrutturazione. Questo è strutturato come agevolazione fiscale, consente quindi di rendere meno gravose le spese da sostenere. Il massimale del bonus è di 96 mila euro, e può essere richiesto per interventi di:

  • manutenzione straordinaria, come il rifacimento di scale o rampe, la realizzazione o il miglioramento di servizi igienici, la sostituzione di infissi esterni, serramenti o persiane;
  • restauro e risanamento conservativo, come l’apertura di nuove finestre o l’adeguamento delle altezze dei solai;
  • ristrutturazione edilizia, come ad esempio l’apertura di nuove porte o la realizzazione di una mansarda o un balcone;
  • cablatura degli edifici;
  • sostituzione dell’impianto elettrico.

I vantaggi dello sconto in fattura e della cessione del credito

planning-3536753_1920

Lo sconto in fattura e la cessione del credito sono due possibilità che rendono ancora più conveniente l’acquisto di una casa che necessita di ristrutturazione.

Le due opzioni alternative alla fruizione della detrazione fiscale consentono infatti al contribuente di beneficiare subito dello sconto riconosciuto.

Secondo quanto previsto dall’articolo 121 del decreto Rilancio, ambedue le modalità si applicano sia per il bonus ristrutturazioni che per l’ecobonus, così come per il bonus facciate, il sismabonus e i lavori per l’installazione di colonnine di ricarica per veicoli elettrici e per gli impianti fotovoltaici.