Bonus spesa 2022: cos’è, come funziona e dove spetta

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
10/10/2022

Alcuni Comuni italiani hanno introdotto la possibilità di usufruire di un bonus spesa alle famiglie che rispettano determinati requisiti reddituali. Vediamo insieme dove è possibile beneficiare dell’agevolazione e come accedervi.

supermarket-g3714a04ae_1920

La crisi di questo periodo non sta facendo aumentare soltanto gli importi delle bollette ma anche i prezzi dei prodotti al supermercato. Per questo motivo, in alcuni Comuni italiani sono state introdotte una serie di agevolazioni per aiutare le famiglie ad affrontare i rincari di questi mesi, tra cui il bonus spesa.

Vediamo insieme di cosa si tratta e dove è possibile chiederlo.

Bonus spesa 180 euro: cos’è e dove spetta

supermercato-10_02_2022-vesuvius

Il bonus spesa 180 euro è stato introdotto dal comune di Grottaglie, in provincia di Taranto, e spetta ai residenti del Comune.

Anzitutto, è richiesta la percezione di un reddito (riferito al mese di settembre) inferiore a:

  • 378 euro – per un solo componente;
  • 630 euro – per due componenti;
  • 840 euro – per tre componenti;
  • 1.050 euro – per quattro componenti;
  • 1.260 euro – per cinque componenti;
  • 1.386 euro – per sei componenti;
  • 1.512 euro – per sette o più componenti.

Gli importi dei buoni spesa, quindi, saranno i seguenti:

  • 25 euro per una famiglia monocomponente (10 euro se percettori di altri sostegni);
  • 45 euro per una famiglia composta da 2 persone (20 euro se percettori di altri sostegni);
  • 75 euro per una famiglia composta da 3 o 4 persone (35 euro se percettori di altri sostegni);
  • 90 euro per una famiglia composta da 5 o più persone (50 euro se percettori di altri sostegni).

L’erogazione dei buoni spesa è bisettimanale e spetta “una tantum” per quattro settimane complessive, fino a un massimo di 180 euro.

Bonus spesa 500 euro: come funziona

Supermercati

Sempre seguendo questa linea, anche il Comune di Belluno ha stanziato un bonus spesa dal valore di 500 euro per la spesa. Possono accedere all’agevolazione soltanto le famiglie residenti nel Comune che hanno un ISEE massimo di 12.000 euro. In base alla situazione reddituale soggettiva, l’importo dell’agevolazione varia da un minimo di 100 a un massimo di 500 euro.

Per cittadini non europei (extra UE), sarà sufficiente allegare alla domanda il proprio permesso di soggiorno in corso di validità. L’istanza dev’essere mandata entro e non oltre il 31 ottobre 2022.

I cittadini di Belluno dovranno appellarsi al link pubblicato sul sito istituzionale, relativamente alla piattaforma WelfareX della società CGMoving (dove allegare il modello di autocertificazione).