Bonus Sud, proroga 2023: cos’è e quanto vale

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
05/12/2022

Il ministro dell’Economia e delle Finanze Giancarlo Giorgetti ha annunciato che il Bonus Sud sarà prorogato anche per il 2023, nonostante non sia stato inserito tra le agevolazioni confermate per il prossimo anno dalla legge di bilancio. Vediamo insieme di cosa si tratta.

28-dicembre-Bonus-sud-no-scritta

Secondo le ultime dichiarazioni del Ministro dell’Economia e delle Finanze Giancarlo Giorgetti, il bonus Sud sarà confermato anche per il 2023, nonostante l’agevolazione non sia stata ancora inserita nella nuova legge di bilancio.

Il bonus consiste in un credito d’imposta per l’acquisto di beni strumentali nuovi rivolto alle regioni del Sud Italia. Vediamo insieme di cosa si tratta nel dettaglio e cosa ha detto il Ministro a proposito della proroga.

Bonus Sud, confermato per il 2023: le dichiarazioni di Giorgetti

banconote-money-euro

Durante l’audizione sul testo della Manovra che si è tenuta il 2 dicembre 2022 alle Commissioni Bilancio riunite di Camera e Senato, il Ministro dell’Economia e delle Finanze Giancarlo Giorgetti ha fatto sapere che il Bonus Sud sarà confermato per il 2023 anche se non è stato inserito nella nuova legge finanziaria:

Con particolare riferimento al Mezzogiorno, stiamo predisponendo misure per la proroga di alcuni interventi, quali le agevolazioni fiscali in favore delle imprese che acquistano beni strumentali nuovi destinati a strutture produttive ubicate in quei territori, nonché prevedendo la proroga dei crediti d’imposta per gli investimenti effettuati nelle Zone Economiche Speciali e nelle Zone Logistiche Semplificate e per le attività di ricerca e sviluppo in favore delle imprese localizzate nelle regioni del Mezzogiorno.

Bonus Sud: di cosa si tratta

money-g869530f1a_1920

Il bonus Sud consiste in un credito d’imposta per gli investimenti che può arrivare fino a un massimo del 45 per cento. Attualmente, la scadenza per il bonus è stata fissata al 31 dicembre 2022.

L’agevolazione spetta per progetti di investimento iniziale relativi all’acquisto, anche tramite contratti di locazione finanziaria, di macchinari, impianti e attrezzature varie destinate a strutture produttive già esistenti o che vengono impiantate nel territorio e riguarda le seguenti regioni:

  • Campania;
  • Puglia;
  • Basilicata;
  • Calabria;
  • Sicilia;
  • Molise;
  • Sardegna;
  • Abruzzo.