Bonus tasse: ecco cos’è e come funziona

Per coloro che sono ligi e precisi nel pagamento delle tasse, arriva un bonus ad hoc che premia i comportamenti esemplari. Si tratta della pagella fiscale, introdotta per valutare il comportamento degli italiani verso il pagamento delle tasse. Vediamo insieme come funziona nel seguente articolo.

Tasse

La novità assoluta del panorama fiscale italiano è quella di avere un bonus ideato appositamente per chi è esemplare nel pagamento delle tasse. L’annuncio del bonus è stato dato da Maurizio Leo, affermando che:

La riforma fiscale attirerà gli investitori esteri finora spaventati dal nostro sistema. Sono previsti premi per chi accetta il patto con il fisco e riduzioni alle imprese che assumono.

Fisco: via alla riforma

Tasse

Questo bonus è solamente la punta dell’iceberg dell’intera riforma fiscale cui il governo sta lavorando ormai da tempo. L’obiettivo, come annunciato, è quello di ridurre il carico tributario in testa ad ogni cittadino:

La legge delega di riforma, che il Parlamento si appresta a esaminare, si pone tra gli altri l’obiettivo di rimediare a questo limite. Bisogna ovviamente ridurre il carico tributario, rispettando le compatibilità finanziarie, ma bisogna anche semplificare il sistema e dare certezze a chi guarda con interesse al nostro Paese.

Fisco: nuova Ires nel 2024

Tra le novità annunciate vi è quella dell’Ires, che a partire dal 2024 sarà modificata per essere in linea con i dettami internazionali. Si dovrà abbassare l’aliquota Ires perché alcuni crediti di imposta e agevolazioni non saranno più compatibili.

Riforma fiscale: sostenere le imprese

Nell’ambito della riforma del sistema fiscale, è essenziale garantire il sostegno alle imprese. Questo è ciò che si auspica il Presidente dell’Abi Antonio Patuelli, spiegando che prima dell’attuazione dell’intera riforma è necessario  effettuare un decreto che renda operativi alcuni passaggi essenziali per gli incentivi alle imprese.

La Bce avverte: attenzione all’indebolimento economico

Tasse

Tutto questo in un contesto macroeconomico assai complesso, in quanto da un lato l’economia è finalmente tornata a crescere, ma non mancano i campanelli d’allarme che potrebbero spaventare e non poco gli addetti ai lavori. Tra questi l’inflazione e l’instabilità del sistema bancario.

Lascia un commento