Bonus tende da sole: cos’è e come si ottiene?

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
15/05/2022

In arrivo un nuovo bonus per le case degli italiani: si tratta del bonus per le tende da sole 2022. Vediamo come funziona e come si ottiene la detrazione, che può essere dal 50% al 110%, e le tempistiche per ottenere il bonus 2022.

superbonus 110

Il bonus tende da sole è in vigore nell’ordinamento italiano dal 6 Agosto, introdotto con uno dei tanti decreti ministeriali che hanno l’obiettivo di attivare i settori più colpiti dalla pandemia. Molti di questi bonus sono rimasti, come appunto quello delle tende da sole, e continuano ancora oggi ad essere utilizzati.

Vediamo dunque entro quando può essere utilizzato e a quanto ammonta lo sconto nel 2022.

Bonus tende da sole: cos’è e come funziona?

Giardino

Come detto, dal 6 Agosto 2020 è in vigore il bonus tende da sole, che può essere utilizzato in caso di possesso di determinati requisiti. Il bonus consiste in una detrazione che copre le spese sostenute fino al 50%, ma questa può aumentare ancora in determinati casi. Uno di questi è quando appunto ci si trova nell’ambito del Superbonus 110%.

Si può utilizzare nel caso di acquisto o messa in posa di schermature solari o chiusure mobili oscuranti. Tra gli interventi rientranti vi sono anche quelli per eliminare strutture pre-esistenti e la relativa parcella del professionista incaricato di seguire l’incarico Enea.

Bonus tende: chi può richiedere il bonus?

Casa

Vediamo ora quali soggetti possono richiedere il bonus tende da sole 2022. I requisiti sono stabiliti dall’Enea stessa e possono essere riassunti come segue:

  • sostengono le spese di riqualificazione energetica;
  • sono proprietari di singole unità immobiliari residenziali (la domanda può essere fatta anche dal coniuge e dai parenti entro il terzo grado) o di parti comuni di edifici residenziali (condomini).

Come detto, il bonus tende da sole può essere utilizzato anche nel Superbonus 100%, ovviamente in presenza di lavori trainanti come:

  • lavori d’isolamento termico;
  •  sostituzione degli impianti di climatizzazione;
  •  lavori per la riduzione del rischio sismico.