Bonus tiroide 2023: come accedervi e come funziona?

Tra i moltissimi bonus a disposizione degli italiani, ve ne sono anche alcuni che hanno a che fare con la salute e con alcune patologie. Tra questi vi rientra il bonus tiroide 2023, ideato appositamente per coloro che hanno problemi alla ghiandola tiroidea. Vediamo nei dettagli come funziona e chi può richiederlo.

Tiroide

Il governo ha deciso di riconfermare anche per il 2023 il bonus tiroide. Si tratta di un sussidio economico erogato dall’INPS e dedicato alle persone colpite da un disturbo o una patologia della tiroide. Purtroppo sempre più persone sono vittime di problemi alla tiroide e quindi questo bonus è sempre più importante. Vediamo come funziona nel seguente articolo.

Bonus tiroide: come funziona?

Tiroide

Approfondiamo in primis come funziona il bonus tiroide 2023: il bonus è ideato per coloro che soffrono di problematiche e disturbi alla ghiandola endocrina. Il bonus può essere richiesto da tutti coloro che hanno un’invalidità certificata pari ad almeno il 74%. L’importo spettante varierà in base alla percentuale d’invalidità.

Bonus tiroide: con quali patologie spetta?

Vediamo con quali patologie mediche può essere richiesto il bonus tiroide. Nel dettaglio si tratta di:

  • Ipotiroidismo (ridotta produzione di ormoni tiroidei, da parte della ghiandola) o Ipertiroidismo (eccessiva produzione di ormoni tiroidei, da parte della ghiandola);

  • Gozzo (ingrossamento anomalo della ghiandola tiroidea);

  • Carcinoma Tiroideo (papillare, follicolare, midollare e anaplastico).

Bonus tiroide: ci sono limiti reddituali?

Vediamo ora se ci sono dei limiti reddituali cui sottostare se si vuole ottenere il bonus tiroide. Con invalidità tra i 745 e il 99% il reddito limite è di 5.010,20 euro. Nel caso di un soggetto richiedente con un’invalidità pari al 100%, il reddito massimo ammonta a 17.050,42 euro.

Bonus tiroide: a quanto ammonta?

Medico

Vediamo ora a quanto ammonta il bonus tiroide 2023, in base alle fasce di invalidità. Per i soggetti con una percentuale d’invalidità minima del 74% fino al 99% è previsto un assegno di 286,01 euro al mese. Per chi necessita giornalmente di assistenza costante è previsto un assegno di 520,29 euro al mese.

Lascia un commento