Bonus trasporti 2022, al via le nuove domande: quando spetta e come fare

Luca Paolucci
  • Laurea in Economia e Management
  • Laureato in Management Internazionale
06/11/2022

Bonus trasporti 2022: ripartite il 1° novembre le domande per ottenere lo sconto per il mese in corso. Il contributo del valore massimo di 60 euro può essere utilizzato per 30 giorni per l’acquisto di un nuovo abbonamento ai mezzi pubblici locali e nazionali. Vediamo come richiederlo e quando spetta.

close-up-passenger-bus

Da martedì 1° novembre è possibile inviare le nuove richieste per il bonus trasporti 2022, l’agevolazione introdotta con il decreto Aiuti che prevede l’erogazione di un bonus ad hoc per gli abbonamenti ai mezzi di trasporto pubblico a favore delle persone fisiche con reddito IRPEF non superiore a 35.000 euro.

Vediamo nel seguente articolo quali requisiti bisogna rispettare e come presentare la domanda.

Bonus trasporti 2022: aperte le domande per novembre

close-up-woman-holding-bus-bar

Sono state riaperte il 1° novembre le domande per il bonus trasporti relativo al mese in corso.

Ricordiamo, infatti, che il bonus trasporti non è una tantum, ma può essere richiesto una volta al mese fino a fine anno, compatibilmente con la disponibilità dei fondi:

Il buono è pari al 100 per cento della spesa da sostenere ed è riconosciuto, comunque nel limite massimo di valore in misura pari a 60 euro per ciascun beneficiario per l’acquisto, effettuato entro il 31 dicembre 2022, di un solo abbonamento, annuale, mensile, o relativo a più mensilità.

La domanda per il bonus può essere inoltrata direttamente sul portale www.bonustrasporti.lavoro.gov.it del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Una volta effettuato l’accesso, bisognerà fornire le necessarie dichiarazioni sostitutive di autocertificazione e indicare:

  • l’importo del buono richiesto a fronte della spesa prevista;
  • il gestore del servizio di trasporto pubblico.

Bonus trasporti: cos’è e quando spetta

bus-gf5f180e69_1920

Il bonus trasporti, ricordiamo, è un’agevolazione introdotta con il decreto Aiuti che prevede l’erogazione di un bonus ad hoc per gli abbonamenti ai mezzi di trasporto pubblico a favore delle persone fisiche con reddito IRPEF non superiore a 35.000 euro.

Il bonus è pari al 100% della spesa sostenuta, fino ad un massimo di 60 euro, ed è nominativo, non cedibile e utilizzabile per l’acquisto di un solo abbonamento (settimanale, mensile, trimestrale, semestrale o annuale).

Il bonus trasporti 2022 non può essere richiesto:

  • per abbonamenti al servizio di trasporto privato;
  • nel caso in cui la domanda venga fatta da una persona fisica con reddito 2021 superiore a 35.000 euro;
  • per abbonamenti acquistati dopo il 31 dicembre 2022.

Inoltre, non si può usufruire del bonus per gli abbonamenti che prevedono servizi di:

  • prima classe;
  • executive;
  • business;
  • club executive;
  • salotto;
  • premium;
  • working area;
  • business salottino.