Bonus trasporti 2022, boom di richieste: diventerà strutturale?

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
09/09/2022

Il bonus trasporti sta ottenendo un vero e proprio successo, con le richieste che nella prima settimana hanno raggiunto il mezzo milione. Nel frattempo, il ministro delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili, Enrico Giovannini, propone di rendere strutturale il bonus.

close-up-passenger-bus

Dal 1° settembre è possibile presentare domanda per il bonus trasporti, l’agevolazione istituita con il decreto legge n. 50 del 17 maggio 2022 (il cosiddetto decreto Aiuti, all’articolo 35), convertito con modificazioni in Legge n. 91 del 15 luglio 2022.

Il bonus consiste in uno sconto sugli abbonamenti per i mezzi di trasporto pubblici e nella prima settimana di apertura della piattaforma si è registrato un vero e proprio boom di richieste.

Ad una settimana dal lancio del bonus, il ministero del Lavoro ha comunicato che sono stati emessi più di 515mila i voucher emessi. Più di 1,2 milioni i cittadini che hanno avuto accesso, in pochi giorni, alla piattaforma digitale realizzata ad hoc. Per esempio, l’Atac, l’azienda per la mobilità della capitale, ha fatto sapere che dal primo al 5 settembre sono stati emessi oltre 1.200 abbonamenti al giorno, per un totale superiore a 5.000.

Bonus trasporti 2022: sarà strutturale dal prossimo anno?

female-sitting-bus-captured-from

Dati alla mano, il ministro delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili, Enrico Giovannini, si è dichiarato soddisfatto del successo dell’agevolazione e ha anche auspicato che il bonus trasporti possa presto diventare strutturale:

È un risultato molto incoraggiante ed è la prova che la misura funziona ed è apprezzata.

È per questo che mi auguro che possa essere rafforzata, prevedendo ulteriori risorse, o resa strutturale dato che si tratta di un aiuto sia per le persone economicamente più fragili che fanno i conti con l’aumento del prezzo del carburante sia per l’ambiente perché sposta sul trasporto pubblico locale chi utilizza mezzi privati.

Cos’è il bonus trasporti e come fare domanda

close-up-woman-holding-bus-bar

Il bonus trasporti consiste in uno sconto dal valore di 60 euro per l’acquisto di un abbonamento ai trasporti pubblici e sarà attivo a partire da domani, 1° settembre e fino al 31 dicembre 2022

La sconto può essere utilizzato per l’acquisto di un solo abbonamento: annuale, mensile o relativo a più mensilità. Sono esclusi i servizi di prima classe, executive, business, club executive, salotto, premium, working area e business salottino.

Il bonus potrà essere richiesto da coloro che nel 2021 hanno avuto un reddito pari o inferiore a 35 mila euro.

Per beneficiare del bonus trasporti bisogna accedere al portale bonustrasporti.lavoro.gov.it  del ministero del Lavoro tramite Spid o Cie, fornendo le necessarie dichiarazioni sostitutive di autocertificazione e indicando l’importo del buono richiesto a fronte della spesa prevista, nonché il gestore del servizio di trasporto pubblico.