Bonus trasporti 2023: spetta anche agli studenti?

Anche quest’anno sarà possibile beneficiare del bonus trasporti, le cui domande partiranno a breve. In molti, tuttavia, si chiedono se l’agevolazione possa essere richiesta anche dagli studenti? Scopriamolo insieme.

interior-public-bus-transport

Il bonus trasporti è stato confermato dal governo Meloni anche per il 2023 e finalmente sarà possibile richiederlo per il secondo anno consecutivo. Ma la misura potrà essere richiesta anche dagli studenti e dalle studentesse? Vediamo insieme.

Bonus trasporti anche per gli studenti?

female-sitting-bus-captured-from

Il bonus trasporti sarà esteso anche agli studenti e alle studentesse che potranno richiederlo a partire da aprile. Grazie a una specifica domanda su una piattaforma dedicata, gli studenti potranno richiedere il contributo di 60 euro per l’acquisto degli abbonamenti per i mezzi di trasporto, per i servizi di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale e per i servizi di trasporto ferroviario nazionale.

Requisiti d’accesso

Tuttavia, il bonus è soggetto ad un unico requisito, ovvero il reddito del richiedente non deve superare i 20.000 euro nel 2022. È importante non confondere il reddito con l’ISEE, l’Indicatore della Situazione Economica Equivalente.

Come fare domanda

La piattaforma da utilizzare sarà la stessa dell’anno precedente, e il sito sarà bonustrasporti.lavoro.gov.it. Per richiedere il bonus, sarà necessario accedere al portale tramite SPID o CIE, confermare di avere i requisiti, indicare l’importo e il gestore del servizio pubblico di riferimento e, infine, inviare la domanda con i dati richiesti.

In caso di successo, la piattaforma genererà dei voucher da utilizzare per comprare gli abbonamenti entro la fine del mese di emissione. È importante tenere presente che la disponibilità del bonus dipenderà dal visto della Corte dei Conti al decreto attuativo, che renderà operativo tutto il processo.

Da quando si potrà richiedere

La ministra Marina Calderone ha chiarito che il decreto attuativo ha raccolto le firme di tutti i Ministri concertanti il 27 marzo e il successivo 28 marzo è stato trasmesso dal Ministero del Lavoro e delle politiche sociali alla Corte dei conti, per il relativo controllo.

Tuttavia, non è stato ancora reso noto il giorno preciso in cui il bonus sarà disponibile. Si spera che il controllo della Corte dei Conti avvenga in tempi brevi, in modo da rendere operativa la piattaforma del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali attivata per richiedere il bonus. In ogni caso, si prevede che il bonus possa essere erogato ragionevolmente già a partire dal mese di aprile.

Lascia un commento