Bonus trasporti 60 euro 2022 al via dal 1° settembre: cos’è e come fare domanda

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
31/08/2022

Da domani, 1° settembre, partirà ufficialmente il bonus trasporti 60 euro. Il bonus consiste in uno sconto sugli abbonamenti per i mezzi di trasporto pubblici e potrà essere richiesto tramite l’apposito portale. Vediamo insieme come funziona.

bus-g3bfd88c07_1920

Il bonus trasporti 60 euro partirà ufficialmente domani, 1° settembre. Infatti, a cominciare dalle 8 del mattino si potrà presentare la domanda per ottenere lo sconto sugli abbonamenti per i mezzi di trasporto pubblici.

Il bonus è stato istituito con con il decreto legge n. 50 del 17 maggio 2022 (il cosiddetto decreto Aiuti, all’articolo 35), convertito con modificazioni in Legge n. 91 del 15 luglio 2022.

Vediamo insieme in cosa consiste e come fare domanda.

Bonus trasporti 60 euro 2022: di cosa si tratta

bus-g028f414f9_1920

Il bonus trasporti consiste in uno sconto dal valore di 60 euro per l’acquisto di un abbonamento ai trasporti pubblici e sarà attivo a partire da domani, 1° settembre e fino al 31 dicembre 2022

La sconto può essere utilizzato per l’acquisto di un solo abbonamento: annuale, mensile o relativo a più mensilità. Sono esclusi i servizi di prima classe, executive, business, club executive, salotto, premium, working area e business salottino.

Il bonus potrà essere richiesto da coloro che nel 2021 hanno avuto un reddito pari o inferiore a 35 mila euro.

Bonus trasporti 60 euro 2022: come fare domanda

close-up-of-male-hands-typing-on-laptop-keyboard

Per beneficiare del bonus trasporti bisogna accedere al portale bonustrasporti.lavoro.gov.it  del ministero del Lavoro tramite Spid o Cie, fornendo le necessarie dichiarazioni sostitutive di autocertificazione e indicando l’importo del buono richiesto a fronte della spesa prevista, nonché il gestore del servizio di trasporto pubblico.

Il buono è emesso tramite il portale ed è contrassegnato da un codice identificativo univoco, dal codice fiscale del beneficiario, dall’importo e dalla data di emissione e di scadenza. Il buono può essere speso presso un solo gestore dei servizi di trasporti pubblico tra quelli selezionabili e deve essere utilizzato entro il mese di emissione.

Il bonus si potrà richiedere fino a fine anno o fine al termine delle risorse disponibili. L’accesso alla piattaforma è regimentato da un sistema di coda automatico. Le erogazioni seguono l’ordine di arrivo delle domande.