Bonus TV 2021: come scegliere il televisore

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
10/07/2021

È in arrivo la rivoluzione digitale, che entro il 2022 vedrà coinvolte in modo graduale tutte le regioni italiane. Nel decreto Sostegni bis è infatti previsto un bonus apposito, a supporto dei cittadini più in difficoltà. In questo articolo cercheremo di darvi tutte le informazioni utili per ottenere il bonus TV e di guidarvi verso l’acquisto migliore.

a-tv-in-modern-living-room-with-armchair-and-plant-on-concrete-wall-background-3d-rendering-min

L’Italia si sta preparando al cambiamento dei nuovi standard per il digitale terrestre, che passerà alla tecnologia Dvbt-2/Hevc Main 10.

Il ministro dello Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti, ha firmato il decreto attuativo che rende operativo il bonus rottamazione TV, che sostiene i cittadini nell’acquisto di televisori compatibili con la nuova tecnologia.

Entriamo nel dettaglio del bonus e vediamo come meglio scegliere il nuovo apparecchio.

Bonus TV: cosa c’è da sapere e come ottenerlo

Bonus tv: come scegliere

Il bonus consiste in uno sconto del 20% sul prezzo d’acquisto, con massimale di 100 euro, che si ottiene rottamando un televisore acquistato prima del 22 Dicembre 2018. La rottamazione può essere effettuata direttamente nel luogo di acquisto del nuovo televisore, quindi lo sconto verrà applicato automaticamente dal rivenditore.

Alternativa differente è quella di portare il vecchio televisore in una stazione ecologica, dalla quale sarà fornita la documentazione utile per attestare l’avvenuta rottamazione e quindi ottenere lo sconto. Va detto che lo sconto sarà disponibile fino ad esaurimento del fondo messo a disposizione.

Quale televisore scegliere?

tv-4308538_1920

In caso di necessità di comprare una nuova televisione, ci sono molti aspetti da tenere in considerazione per effettuare l’acquisto migliore per le vostre necessità. Il primo scoglio da superare è la tecnologia che riproduce le immagini, e queste sono:

  • Led: è la più diffusa, s’immagini lo schermo del vostro televisore composto di strati che a loro volta si dividono in pixel, puntini che come piccoli fari compongono il pannello.
  • Oled: usa pixel a matrice organica, che permettono di avere televisori più sottili, più energivori ma con un contrasto più elevato. Sono anche mediamente più costosi.

Una volta superato questo, si può scegliere tra 8K e 4K: la tecnologia 4K è più consolidata, anche nella distribuzione di contenuti, dunque acquistare un televisore 8K potrebbe essere un azzardo in quanto i contenuti a diposizione sono pochi.