Bonus tv 2021, inizia lo switch off: date e regioni interessate

11/10/2021

Da ottobre avrà inizio lo switch off, ossia il passaggio delle televisioni al nuovo digitale terrestre DBV-T2 che consentirà di sfruttare le nuove tecnologie di trasmissione legate alla rete 5G e di godere di una qualità e definizione più alte. Vediamo insieme quali sono le date e le regioni interessate.

Addressable TV advertising concept vector illustration.Tra poche settimane avrà inizio lo switch off in molte regioni e molti dei cittadini italiani saranno costretti a cambiare il proprio televisore o ad acquistare un nuovo decoder, per poter continuare a vedere la tv. Tuttavia, essendo una spesa indesiderata e obbligatoria, il Governo ha deciso di introdurre il bonus tv, un’agevolazione prevista per l’acquisto di un nuovo televisore. Vediamo insieme le date da ricordare, le regioni interessate dal passaggio e in cosa consiste il bonus tv.

Switch off da ottobre: quali sono le regioni interessate

Happy family with kid sitting on sofa and watching news


Leggi anche: Reddito di Cittadinanza Ottobre 2021: date dei pagamenti

La prima data da segnalare è quella del 15 ottobre, giorno in cui le emittenti televisive avranno facoltà di iniziare la migrazione sulle nuove frequenze e questa fase riguarderà indistintamente tutte le regioni.

La Rai, ad esempio, inizierà il 20 ottobre con i suoi 13 canali tematici (Rai Premium, Rai 5, Rai Storia, Rai Sport, Rai Scuola, Rai 4, Rai Movie, Rai Premium, Rai Gulp, Rai YoYo, Rai 1 HD, Rai Sport + HD, Rai 2 HD, Rai 3 HD), per poi procedere successivamente con tutti gli altri canali nel 2022.

Per quanto riguarda Mediaset, i primi canali a cambiare frequenza saranno: TGCOM24, Mediaset Italia 2, Boing Plus, Radio 105, R101 TV, Virgin Radio TV.

Tra le prime regioni ad essere interessate dallo switch off troviamo la Sardegna, tra il 15 novembre e il 18 dicembre 2021. A seguire, tra il 2 gennaio e il 15 marzo, ci sono Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia tranne la provincia di Mantova, provincia di Piacenza, provincia di Trento, provincia di Bolzano,Veneto, provincia di Mantova, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna tranne la provincia di Piacenza.

Dall’inizio di marzo fino al 15 maggio saranno interessate la Sicilia, Calabria, Puglia, Basilicata, Abruzzo, Molise, Marche. Infine, dal primo maggio al 30 giugno 2022 sarà il turno della Liguria, Toscana, Umbria, Lazio, Campania.

L’ultima data da ricordare è quella del 1 gennaio 2023 , giorno in cui si completerà il passaggio al DBV-T2.


Potrebbe interessarti: Bonus idrico e bonus acqua potabile 2021: cosa sono e come funzionano

Bonus tv: in cosa consiste

Vector illustration for movie watchingIl bonus tv consiste in uno sconto del 20% sull’acquisto di una nuova tv su un importo massimo di 100 euro, con la contestuale rottamazione del vecchio televisore acquistato prima del 22 dicembre 2018, giorno in cui è entrato in vigore lo standard di codifica HEVC MAIN 10. Il contributo per la rottamazione è cumulabile con l’acquisto di un apparecchio anche con il bonus TV-Decoder per coloro che presentano i requisiti richiesti.