Bonus Tv: esauriti i fondi

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
25/12/2022

Il bonus tv è stato molto utilizzato da tutti coloro che avevano il bisogno di adeguarsi ai nuovi televisori: farlo è necessario per adeguarsi al nuovo digitale terrestre. A tal proposito a Dicembre ci sarà una tappa intermedia molto importante, alla quale si rischia di arrivare senza i fondi in quanto stanno finendo. Vediamo le novità insieme!

Tv

Continua la scalata dell’Italia verso un nuovo sistema televisivo, sempre digitale ed in linea con i tempi. La transizione ovviamente non può avvenire gratis, infatti si necessita di un televisore in grado di avere la capacità di ricevere il  segnale del nuovo digitale terrestre. Il bonus tv difficilmente sarà rifinanziato e si rischia di arrivare alla fase finale con i fondi esauriti.

Vediamo tutto quello che c’è da sapere nel seguente articolo.

Bonus tv: fondi terminati del tutto

back-view-of-casual-woman-sitting-on-sofa-and-watching-tv-in-home

Il bonus tv, essenziale per tutti coloro che hanno intenzione di modificare il proprio televisore, sia per piacere ma anche per necessità legate al passaggio alla nuova tecnologia, sta per terminare i fondi. Dalle prime stime tecniche si nota che sono necessari circa 100 milioni di euro da inserire in manovra per garantire a tutti i richiedenti le somme promesse.

Non sono infatti stati necessari i fondi stanziati dal governo, pari a circa 315 milioni di euro. Le uniche disponibilità rimaste sono quelle per i fondi ai Comuni montani, che devono adeguare gli impianti e per la consegna gratuita a domicilio di un decoder compatibile agli anziani con basso reddito.

Digitale terrestre e bonus tv: salta il passaggio?

tv-4308538_1920

La crisi del bonus tv potrebbe avere anche un impatto sul passaggio al nuovo digitale terrestre. La mancanza di televisioni o sistemi adeguati sul sistema, potrebbe incidere moltissimo sulle future scelte in materia. Il calendario originale ha già subito uno shift di un anno intero, ma in questo caso la migrazione non potrebbe avvenire per mancanza di dispositivi in possesso delle famiglie.

Proprio per questo motivo il governo dovrà valutare con attenzione se inserire nella Legge di Bilancio lo stanziamento di nuovi fondi ad hoc.