Bonus tv: nuovo sconto da 50 euro, a chi spetta?

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
10/08/2022

Il bonus tv subirà un lieve aumento, grazie a quanto stanziato nel decreto Aiuti bis recentemente approvato dal governo Draghi. Il bonus sale a 50 euro, ma non potrà essere utilizzato da chiunque: è necessario infatti essere in possesso di determinati requisiti. Vediamo insieme tutte le novità relative al bonus tv.

tv-set-g466ec4989_1920

Dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, il decreto Aiuti bis è entrato definitivamente nell’ordinamento italiano, portando con sé moltissime novità. Una di queste riguarda il bonus tv, che sale fino a 50 euro con il fine di incentivare la possibilità d vedere la televisione ovunque. Il decreto Aiuti bis ha infatti stanziato ben 7,8 milioni di euro.

Vediamo chi potrà utilizzarlo e come funziona.

Bonus tv: ecco a chi spetta l’aumento

a-tv-in-modern-living-room-with-armchair-and-plant-on-concrete-wall-background-3d-rendering-min

Il bonus tv è un’agevolazione essa a disposizione dal governo per diffondere l’utilizzo delle televisioni o dei decoder in grado di recepire il nuovo segnale del digitale terrestre di seconda generazione. Il passaggio alla nuova tecnologia sta risultando essere più complesso del previsto, ecco perché si è ritenuto opportuno intervenire nuovamente.

Ma cosa cambia per i requisiti da avere? Da questo punto di vista assolutamente nulla: i requisiti sono gli stessi utilizzati in precedenza. L’Isee non deve superare i 20 mila euro ed è necessario essere cittadini italiani. Lo sconto sull’acquisto dell’apparecchio verrà applicato direttamente dal venditore.

Bonus tv: di quanto aumenta?

smart-tv-screen-with-copy-space-on-a-wooden-table-min

Vediamo di quanto aumenterà il bonus tv dopo l’approvazione del decreto Aiuti bis. In precedenza il bonus tv per acquistare tv o decoder in grado di supportare la nuova tecnologia del digitale terrestre, ammontava a 30 euro: con l’approvazione del nuovo decreto Aiuti bis, tale importo è stato aumentato fino a 50 euro.

Oltre a questo, sempre in materia di trasmissione televisiva, sono stati autorizzati 2,5 milioni di euro di spesa per l’adeguamento degli impianti di trasmissione che sono autorizzati alla riattivazione in quanto non soggetti a interferenze.