Bonus vacanze 2021: scadenza e come utilizzarlo

Luca Paolucci
  • Esperto di: Politica, Economia e Detrazioni Fiscali
08/09/2021

Mancano ormai pochi mesi alla data del 31 dicembre 2021, termine ultimo per poter usufruire del bonus vacanze. In vista della scadenza l’Agenzia delle Entrate ha aggiornato la guida inserendo le ultime istruzioni su come utilizzare il credito d’imposta: vediamole meglio insieme.

Family on summer vacation concept

C’è tempo fino al 31 dicembre 2021 per poter usufruire del bonus vacanze, il voucher fino a 500 euro da spendere per soggiornare presso le strutture ricettive sul territorio italiano.

Sembrano essere circa 800 mila i bonus concessi e non ancora utilizzati dai beneficiari. Per tale motivo l’Agenzia delle Entrate ha voluto aggiornare la guida con le nuove istruzioni su dove e come utilizzare il credito d’imposta.

Bonus vacanze 2021: le ultime novità

2800agenzia-entrate

L’Agenzia delle Entrate ha aggiornato la guida sul bonus vacanze, inserendo le ultime novità sul voucher da utilizzare per soggiornare presso le strutture ricettive in Italia.

Oltre a questa possibilità, infatti, è ora concesso di spendere il bonus per acquistare pacchetti turistici, così come disposto dal decreto Sostegni bis. Un’alternativa in più che va ad aggiungersi all’utilizzo del voucher direttamente presso agenzie di viaggio e tour operator, oltre ad alberghi, agriturismi e bed & breakfast.

Ricordiamo che l’importo dell’agevolazione va da un minimo di 150 euro (per i nuclei composti da una sola persona) ad un massimo di 500 euro (per le famiglie con 3 o più componenti). Il limite ISEE per poter accedere alla misura è fissato a 40 mila euro.

Bonus vacanze 2021: come utilizzare il credito d’imposta

money-3481699_1920

Sulla base delle ultime indicazioni diffuse dall’Agenzia delle Entrate, le fasi per poter utilizzare il bonus vacanze entro il 31 dicembre 2021 sono due:

  • la prima vede l’applicazione dello sconto, pari all’80% del costo totale del soggiorno, da parte del fornitore del servizio situato sul territorio nazionale aderente all’iniziativa;
  • il rimanente 20% è invece fruibile come detrazione, da indicare nella dichiarazione dei redditi relativa all’anno d’imposta di utilizzo del bonus da parte del soggetto che ha beneficiato dello sconto.