Borsa in rialzo: l’Europa +2,73%, ottimismo nei vaccini

03/03/2021

Le buone notizie arrivate sia dal fronte statunitense in relazione ai vaccini, sia dalla Germania, hanno portato nuova fiducia all’apertura dei mercati, che ha fatto segnare un balzo in avanti in Europa. A Milano, la risalita è trainata da Stellantis che ha avuto un rialzo del 2,73%. 

Progetto senza titolo – 2021-03-02T122219.818

Sull’andamento della seduta odierna della Borsa hanno inciso in modo positivo alcune notizie che hanno dato una ventata di fiducia agli investitori: da un lato gli ultimi aggiornamenti in tema vaccini provenienti dagli Stati Uniti, dove Biden ha annunciato che entro maggio potrebbe essere terminata la campagna di vaccinazione per la popolazione americana, dall’altro i nuovi provvedimenti di restrizione che si attendono in Germania.

Il governo tedesco, infatti, potrebbe decidere di attuare delle misure di contenimento del contagio meno stringenti rispetto all’ultimo periodo e questo ha diffuso immediatamente ottimismo: l’indica di Francoforte è in risalita dello 0,78%.


Leggi anche: Carlo Ruta: esiste la libertà d’informazione in Italia?

Anche Piazza Affari ha aperto al rialzo: il FTSE Mib fa registrare una risalita dello 0,75%. In attesa di eleggere il nuovo consiglio di Amministrazione, anche per Unicredit c’è stato un risultato positivo, con un rialzo dell’1,5%.

Stellanis: un bilancio da record

Progetto senza titolo – 2021-03-02T122126.999

A trainare il momento positivo è stata indubbiamente Stellantis, il colosso del settore automobilistico che ha registrato un rialzo del 2,73%. Proprio nella giornata di ieri, infatti, Stellantis aveva annunciato i grandi risultati raggiunti nel 2020 nonostante le difficoltà incontrate nell’anno appena trascorso.

Pur non potendo fare un confronto con gli utili raccolti negli anni precedenti alla pandemia, la società ha annunciato di aver un bilancio nettamente positivo, a dimostrazione della solidità garantita anche dal legame tra due capisaldi del settore come Fca e Psa. Inoltre, un miliardo di euro sarà distribuito agli azionisti come dividendo.

Andamento dei cambi

high-angle-shot-of-some-rolled-banknotes-and-coins-on-more-banknotes-min

Ancora in attesa di capire quali decisioni verranno prese al vertice dell’Opec nella riunione di domani, il prezzo del petrolio fa registrare un lieve rialzo, con il Wti che sfiora i 60, con un aumento dello 0,33% rispetto alla giornata di ieri.

Recupera anche l’euro, il cui valore si attesta a 1,2093 dollari e a 129,194 yen.

Per quanto riguarda lo spread, invece, la situazione rimane stabile intorno ai 100 punti base, come nelle prime due sedute di marzo.