Borsa oggi: apertura piatta, crolla Leonardo

Dopo i record con cui Wall Street aveva chiuso la settimana scorsa, i principali listini europei aprono la giornata di oggi poco mossi: in particolare a Piazza Affari si registra il crollo di Leonardo. Sul fronte asiatico, la Borsa di Tokyo chiude in negativo, mentre risale quella di Hong Kong. 

Progetto senza titolo – 2021-03-02T122126.999

La settimana scorsa si era chiusa con grande fiducia da parte degli investitori, sia per i risultati da record che erano arrivati da Wall Street, sia per le parole del presidente della Fed che aveva rassicurato tutti sul prolungamento delle misure di sostegno economico per favorire una ripresa che si preannuncia però ancora molto lenta.

Nella seduta di oggi, i principali listini europei hanno aperto poco mossi, nonostante anche in Europa il trend dell’ultima settimana sia stato molto positivo. Piazza Affari apre a -0.06%, con particolare attenzione a Diasorin, che guadagna il 6,26%, dopo aver raggiunto picchi anche del 10%. La notizia che ha influenzato positivamente la giornata è stata la conferma della fusione con la Luminex Corporation, che darà vita ad un gruppo capace di fatturare 1,2 miliardi all’anno.


Leggi anche: Wall Street: crolla il Nasdaq e l’hi-tech, cosa succede?

Male invece Leonardo, che apre a -0,99%: sul rendimento del gruppo italiano potrebbero aver pesato le parole pronunciate da Mario Draghi che ha definito Erdogan come un dittatore: secondo alcune informazioni, proprio in seguito a queste dichiarazioni, la Turchia avrebbe cancellato un ordine di 70 elicotteri.

Borsa oggi: Tokyo chiude in rosso

Progetto senza titolo – 2021-03-02T122219.818

Per quello che riguarda il versante asiatico, situazione contrastante tra i principali listini: se Tokyo infatti ha chiuso in negativo, a -0,77%, in parte a causa della cautela mostrata dagli investitori che vogliono rassicurazioni sull’andamento dell’economia giapponese, senza farsi ingannare dai risultati record di Wall Street, per Hong Kong la giornata è stata positiva.

In particolare, a trainare il risultato positivo della Borsa di Hong Kong è stato il titolo di Alibaba: incurante della salata multa ricevuta per abuso di posizione dominante, ha guadagnato il 7,98% (sfiorando anche picchi del 16%). La multa arrivata non sembra aver avuto effetto forse per le dichiarazioni rassicuranti del Ceo Daniel Zhang, che si è detto convinto che non ci saranno conseguenze importanti per l’azienda.

Secondo gli analisti, comunque, ci potrebbero essere delle ricadute per quello che riguarda la crescita del fatturato.