Borsa oggi: apertura piatta

Ilaria Bucataio
  • Esperta in bonus fiscali e detrazioni
09/04/2021

La seduta di oggi ha fatto registrare un inizio in cui tutti i principali listini sono poco mossi: continua ad esserci grande fiducia nei mercati dopo le rassicurazioni arrivate dagli Stati Uniti e dopo un nuovo record fatto registrare a Wall Street, dove il comparto tecnologico guida questo momento molto positivo. 

Progetto senza titolo – 2021-03-06T102722.321

Wall Street continua la sua marcia molto positiva in questi ultimi giorni: nuovo record anche nella seduta di ieri, con il Dow Jones che ha chiuso con un +0,17%; positivo anche l’indice S&P 500, anche se è il Nasdaq ad aver guadagnato maggiormente, facendo registrare un +1%. Il settore tecnologico, infatti, è quello che è riuscito a trainare con forza questo trend positivo della Borsa statunitense.

Grazie ai risultati positivi fatti registrare da Wall Street e alle rassicurazioni arrivate da parte di Jerome Powell sulle misure di sostegno per la ripresa economica post-pandemia, la fiducia degli investitori in questo momento si mantiene su livelli molto alti. Per questo anche il Vix, l’indice che fa riferimento alla volatilità dei mercati, ha fatto segnare il minimo (sotto i 20 punti) dallo scorso febbraio.

Sul fronte continentale i principali listini aprono poco mossi: Londra, Parigi e Francoforte sfiorano la parità, mentre parte meglio Piazza Affari che riesce a guadagnare un +0,31% all’inizio della seduta.

Borsa oggi: i dati macroeconomici

blur-1853262_1920

Hanno sorpreso i dati arrivati nella giornata di ieri con riferimento alla produzione industriale tedesca relativa al mese di febbraio: si attendeva un risultato che fosse nettamente positivo (una crescita prefigurata dell’1,5%). Le attese, però, sono state smentite: la produzione è risultata essere in calo dell’1,6% rispetto al primo mese dell’anno, e addirittura del 6,4% rispetto allo stesso periodo del 2020.

Sul versante asiatico, invece, preoccupa l’inflazione in costante aumento in Cina (+0,4%) e per questo i principali listini chiudono la seduta al ribasso, con Shanghai che fa registrare un -0,80% e Hong Kong un -1%. Positiva, invece, la giornata per l’indice Nikkei, che chiude con segno positivo (+0,2%).

Ancora in calo anche il pezzo del petrolio con il Wti ancora sotto i 60 dollari al barile e il Brent che segna un -9,43% rispetto alla giornata di ieri (scambia a 62,93 dollari al barile). Scende anche la quotazione dell‘oro: -0,29%.