Borsa oggi: atteso il vertice della Fed

Partenza al ribasso nella seduta odierna: in particolare, gli investitori stanno aspettando con grande attenzione cosa emergerà dal vertice di questa sera della Fed, in cui Jerome Powell dovrebbe annunciare nuove misure in materia economica e monetaria. Stabili i listini asiatici. 

Progetto senza titolo – 2021-03-06T102722.321

La seduta odierna della Borsa sarà sicuramente condizionata dalla grande attesa tra gli investitori per il vertice della Fed, che si terrà questa sera, alle ore 19:00 italiane: il presidente Jerome Powell dovrà annunciare le nuove misure in materia economica e monetaria, per cercare di limitare il continuo rialzo dell’inflazione, che di conseguenza ha anche portato a un sensibile aumento dei rendimenti dei Treasures.

La situazione rimane di stallo anche per quello che riguarda i listini asiatici, con l’indice Nikkei che chiude a -0,02% e il Topix a +0,13%: i dati della Borsa di Tokyo riflettono ciò che avverrà probabilmente nella seduta odierna anche in tutta Europa, con listini poco mossi e un’attesa evidente per quello che dovrà accadere questa sera.


Leggi anche: Carlo Ruta: esiste la libertà d’informazione in Italia?

Borsa oggi: rallentano le Borse europee

Progetto senza titolo – 2021-03-02T122219.818

In attesa di ulteriori aggiornamenti anche sulla ripresa economica, l’apertura delle principali Borse europee segnala una prudenza da parte degli investitori. Sul fronte continentale, infatti, permangono anche i timori e le perplessità per la ripartenza dopo lo stop al vaccino Astrazeneca, che potrebbe allungare i tempi della campagna vaccinale e del ritorno a una situazione di normalità.

Piazza Affari apre con un +0,13%; poco mosse, invece, rimangono le altre borse europee, con Francoforte che fa registrare un +0,02% e Parigi negativa a -0,09%. Non va dimenticato, inoltre, che pesano sui mercati anche le nuove restrizioni, che hanno portato l’Italia a un quasi totale lockdown, e l’andamento del contagio in Francia, dove, complice l’arrivo di una terza ondata, si sta pensando a nuovi provvedimenti per frenare la risalita dei casi positivi.

In avvio di seduta, poi, si registra un aumento del differenziale tra il rendimento dei titoli di stato italiani e quelli tedeschi: dopo una settimana in cui era sceso stabilmente sotto i 100 punti, e dopo la seduta di ieri, in cui aveva chiuso a 93 punti base, in apertura lo spread ha fatto registrare un balzo in avanti, arrivando a 96 punti base.