Borsa oggi: avvio incerto, Tod’s e Atlantia sorvegliate speciali

La seduta di oggi si apre con l’incertezza che la fa da padrona soprattutto per quello che riguarda i principali listini europei, tutti in negativo in avvio. A Piazza Affari occhi puntati su Tod’s e Atlantia, mentre sul fronte internazionale, si registra ancora un calo per la Borsa di Tokyo. 

Progetto senza titolo – 2021-03-06T102606.255

Le notizie provenienti da varie aree del mondo, in particolare dai paesi emergenti come India e Brasile, che vedono ritornare prepotente una nuova ondata di contagi, stanno mettendo in apprensione anche gli investitori: prevale una situazione di cautela in Borsa, che manifesta i timori per quella che potrebbe essere una nuova frenata all’economia globale.

Per questo, aprono in ribasso tutti i principali listini europei: da Francoforte, -0,43%, passando per Parigi (-0.11%), per arrivare a Milano (-0,1%), tutti in rosso nell’avvio di questa ultima seduta della settimana. A Piazza Affari occhi puntati su Tod’s, che ha fatto segnare un risultato più che positivo (+10%), in seguito all’ampliarsi della quota di Lmvh nella società. Indubbiamente un segnale importante per il settore dell’alta moda italiana.


Leggi anche: Carlo Ruta: esiste la libertà d’informazione in Italia?

Quella di oggi potrebbe essere una giornata importante anche per la questione Autostrade per l’Italia: attenzione, quindi, ad Atlantia.

Borse oggi: Tokyo di nuovo giù

Progetto senza titolo – 2021-03-06T102722.321

Sul fronte internazionale non arrivano notizie positive per il Giappone: la nuova ondata di Covid-19 sta mettendo di nuovo in ginocchio il paese e la preoccupazione è dilagante, non solo per l’emergenza sanitaria e per le nuove restrizioni che devono essere imposte, ma anche per l’organizzazione dei Giochi Olimpici che, dopo il rinvio dello scorso anno, si attendono per quest’estate.

La Borsa di Tokyo, dopo che nella seduta di ieri aveva fatto segnare un risultato positivo rispetto alle attese, oggi è di nuovo in rosso: –0,78%. Contrastate le Borse cinesi, con Hong Kong che chiude in positivo (+0,08%), mentre Shangai in negativo (-0,09%).

Negativa anche la chiusura di Wall Street, dopo una settimana che si era aperta, sulla scia della precedente, con risultati da record per i principali listini statunitensi.

Salgono in chiusura di settimana sia il prezzo dell’oro che quello del petrolio: il Wti è arrivato a 61,84 dollari al barile (+0,67%), mentre il Brent ha fatto segnare un rialzo del +0,52%, arrivando a 65,74 dollari.