Borsa oggi: Borse europee aprono in negativo

10/03/2021

Dopo una chiusura molto positiva nella giornata di ieri, dove il Nasdaq aveva fatto registrare un forte rialzo, così come le principali Borse europee, oggi l’apertura risulta essere in negativo, con poca mobilità per quello che riguarda i listini e grande attesa per le notizie che dovrebbero arrivare dagli Stati Uniti. 

Progetto senza titolo – 2021-03-06T102606.255

La giornata di ieri si era conclusa con un rialzo dell’indice Nasdaq, che aveva fatto registrare un +3,69%, con Wall Street che aveva chiuso in positivo, proprio grazie ai titoli tecnologici che erano riusciti a recuperare dopo alcune giornate di grande calo, e con le Borse Europee, che, di conseguenza, avevano fatto segnare ottimi risultati, con il FTSE Mib ai massimi da un anno.

La prospettiva positiva e ottimista aperta dall’andamento più che buono dell’indice Nasdaq, però, non sembra essere stata sufficiente per far segnare un vero e proprio rilancio anche per quello che riguarda le Borse europee: all’apertura della seduta odierna, infatti, si è registrato un sensibile rallentamento e una scarsa mobilità per quello che riguarda i listini.


Leggi anche: Borsa, chiusura in negativo: rischio inflazione

Probabilmente, sull’atteggiamento prudente degli investitori sta pesando la grande attesa sulle notizie che arriveranno proprio in giornata dagli Stati Uniti a proposito dell‘inflazione, il fattore che sta condizionando di più i mercati in questo ultimi periodo: il dato che fa riferimento a febbraio, probabilmente, potrà far capire in che direzione ci si dovrà muovere anche in futuro.

Borsa oggi: i dati

Progetto senza titolo – 2021-03-06T102722.321

Con riferimento alle Borse europee, Milano fa registrare una partenza in positivo dello 0,17%, mentre le altre aprono in calo rispetto alla giornata di ieri, da Francoforte (-0,33%) a Londra (0,52%) fino a Parigi (-0,16%).

Lo spread si attesta sotto quota cento, a 99 punti base; mentre per quello che riguarda la moneta, si rafforza ancora il dollaro nei confronti dell’euro, con il cambio che si attesta a 1,1876, ancora in ribasso rispetto all’ultimo dato di ieri (-0,21%).

Dando uno sguardo al mercato asiatico, i listini chiudono con poco movimento e con risultati contrastanti: positivo Shenzen ma negativo Shanghai, per quello che riguarda gli indici cinesi, mentre chiude in positivo Tokyo, anche se con un dato molto vicino alla parità (+0,03%).

Dopo due sedute in cui il prezzo del petrolio era risalito considerevolmente, facendo toccare picchi importanti rispetto all’ultimo periodo, ora è tornato a scendere: il Wti si attesta a 63,20 dollari al barile, mentre il Brent, anche questo in ribasso, a 66,56 dollari.


Potrebbe interessarti: Borsa oggi: petrolio in caduta e bolle speculative in Europa

Ilaria Bucataio
  • Laureata in Scienze della comunicazione
  • Esperta in bonus fiscali e detrazioni
Suggerisci una modifica