Borsa oggi: in calo tutta l’Europa, PIL deludenti

30/04/2021

Nonostante i dati incoraggianti che arrivano sulla ripresa economica per quello che riguarda gli Stati Uniti, nella giornata di oggi aprono in calo tutte le principali Borse europee, probabilmente influenzate dalle aspettative sul Pil che sono state disattese. In calo la Borsa di Tokyo. 

Progetto senza titolo – 2021-03-06T102722.321

La Borsa di Wall Street ha chiuso la seduta di ieri in positivo non solo grazie alle rassicurazioni del presidente della Fed Jerome Powell, ma anche ai dati incoraggianti che arrivano sulla ripresa economica e sui bilanci dei grandi colossi statunitensi che sembrano non aver sofferto per nulla le difficoltà legate alla pandemia.

Nonostante questo clima di fiducia che arriva da oltreoceano, i principali listini europei aprono la seduta di oggi in calo, probabilmente influenzati dai dati sul Pil che sono andati sotto le attese, a partire da quelli arrivati con riferimento alla Francia. Anche se ci si aspettava un risultato negativo (-0,2% per quello che riguarda il primo quadrimestre del 2021), il -0,4% comunicato è andato al di sotto di quanto previsto.


Leggi anche: E-mail marketing: articoli, documenti e ricerche

Nelle prossime ore arriveranno anche i dati relativi alle altre economie europee e si avrà un quadro generale di come sta andando la ripresa economica dopo il naturale rallentamento dello scorso anno.

Intanto a Piazza Affari gli occhi saranno puntati su Eni: la multinazionale ha pubblicato i conti relativi al primo trimestre di quest’anno, mostrando che, anche grazie al prezzo del petrolio che è risalito nell’ultimo periodo, si sta delineando una consistente ripresa anche per quello che riguarda gli utili.

Borsa oggi: Tokyo chiude in negativo

Progetto senza titolo – 2021-03-06T102606.255

Anche sul fronte asiatico non arrivano risultati incoraggianti: la Borsa di Tokyo ha chiuso nuovamente in rosso, facendo registrare un -0,83%. Nei prossimi giorni ci sarà uno stop per quello che riguarda i listini asiatici, compresi quelli cinesi, che riapriranno solo nella giornata di mercoledì.

Se il vertice dell’Opec+ aveva dato una spinta al rialzo al prezzo del petrolio, oggi si segnala invece un nuovo calo: il Wti è arrivato a 64,44 dollari al barile, facendo registrare un -0,88% rispetto alla giornata di ieri, mentre il Brent è a 68,06 dollari (-0,73%).

Sul mercato dei cambi, invece, l’euro, dopo che in settimana era sceso sotto la quota di 1,21 dollari, oggi apre stabilmente sopra quella cifra.