Borsa oggi: listini europei in leggero rialzo

La seduta odierna si è aperta con un leggero rialzo da parte dei principali listini europei: dopo la giornata contrastante di ieri, la fiducia cresce anche grazie alle notizie che arrivano dal fronte macroeconomico. Stabile lo spread, mentre tornano a salire i prezzi del petrolio. 

Progetto senza titolo – 2021-03-06T102606.255

La seduta odierna si apre con un leggero rialzo per tutte le principali Borse europee dopo la cautela che aveva condizionato la giornata di ieri, chiusa con risultati contrastanti. Aprono con segno positivo tutti i principali listini del continente: è Londra a guidare il trend facendo registrare un +0,34%, mentre Parigi (+0,19%) e Francoforte (+0,17%), rimangono più indietro, seppur sempre positive.

A Piazza Affari, dopo che ieri il settore del lusso ha fatto segnare un vero e proprio balzo in avanti, oggi l’attenzione è tutta concentrata su Creval: la trattativa per l’acquisizione da parte del Credit Agricole sta andando avanti e proprio nella giornata di ieri è arrivata una nuova offerta, al rialzo.


Leggi anche: Carlo Ruta: esiste la libertà d’informazione in Italia?

Lo spread rimane stabile: da qualche giorno si attesta infatti poco sopra quota 100 punti base (oggi 104).

Borsa oggi: listini asiatici deboli

borsa finanza

Per quello che riguarda il contesto internazionale, negli Stati Uniti si attendono i dati relativi Bofa e Citi, mentre nella giornata di ieri sono arrivati quelli relativi a Jp Morgan e Goldman Sachs, che sono andati ben oltre le aspettative. Gli utili hanno fatto registrare un risultato nettamente positivo: +400% nel primo trimestre dell’anno per Jp Morgan e +500% per Goldman Sachs. Per rimanere nell’ambito bancario, anche Wells Fargo ha annunciato dati molto positivi: i tre colossi, complessivamente, hanno guadagnato 25,9 miliardi.

Sempre oggi ci saranno poi importanti indicazioni per quello riguarda l’andamento della ripresa economica negli Usa, con i dati sui sussidi di disoccupazione e sulle vendite al dettaglio dell’ultimo periodo.

Deboli, invece, i listini asiatici con Tokyo che chiude a +0,07%.

I prezzi del petrolio tornano a salire: il Brent arriva a 66,81 dollari al barile, mentre il Wti riesce a raggiungere i 63,33 dollari.