Borsa oggi: listini europei in rialzo

In questa giornata di riapertura dopo lo stop per il weekend, rimangono chiuse Tokyo e Londra per festività. I principali listini europei tentano il rialzo, con Piazza Affari che apre a +0,10%. Dati incoraggianti arrivano sulla ripresa economica tedesca con le vendite al dettaglio in crescita. 

blur-1853262_1920

Nella prima seduta della settimana si registra un’apertura a mezzo servizio sia nel fronte continentale che su quello asiatico: in Europa, infatti, Londra è ferma per uno stop legato alle festività, mentre sul versante asiatico rimane chiusa la Borsa di Tokyo che riprenderà a pieno regime solo a partire da mercoledì.

I principali listini europei, comunque, tentano il rialzo in questa prima seduta di maggio: da Francoforte, che apre con un +0,39%, passando per Parigi, che fa segnare un incoraggiante +0,25%, fino ad arrivare a Piazza Affari, anche questa positiva, con un +0,10%.

Dopo i dati che avevano chiuso la scorsa settimana, facendo segnare un rallentamento nella fiducia degli investitori, oggi la settimana si è aperta con un risultato importante per quanto riguarda la ripresa economica tedesca: le vendite al dettaglio sono risalite ben al di sopra di quanto ci si poteva aspettare: +7,7% rispetto al mese precedente, contro il 2,6% previsto inizialmente.


Leggi anche: Carlo Ruta: esiste la libertà d’informazione in Italia?

Borsa oggi: petrolio in calo

Progetto senza titolo – 2021-03-06T102722.321

Come anticipato, sul mercato asiatico si registra lo stop per festività della Borsa di Tokyo, che ha coinvolto anche i principali listini cinesi. Rimane operativa, però, la borsa di Hong Kong che ha fatto segnare un risultato negativo in chiusura: -1,48%.

Per quello che riguarda, invece, il mercato delle materie prime, quella di oggi è una giornata negativa per il petrolio: il prezzo è nuovamente in calo a causa delle notizie, sempre più negative, che arrivano sulla situazione di emergenza sanitaria in India, dove la nuova ondata di coronavirus sembra essere inarrestabile. Il Wti arriva a 63,3 dollari al barile (-0,39%), mentre il Brent cala del -0,40% arrivando a 66,49 dollari.

Sul mercato delle criptovalute da segnalare, nella giornata di oggi, un vero e proprio record fatto registrare da Ethereum: per la prima volta è arrivato a superare la quota di 3000 dollari (+2,5% sul mercato asiatico). Ottimo anche il risultato se si valuta la crescita annuale: +300%.