Borsa: settimana positiva per le Borse europee

13/03/2021

Quella che si è appena conclusa è stata una settimana positiva per le Borse europee, con Milano che ha guidato il trend facendo registrare il miglior risultato. In costante risalita anche gli indici statunitensi, dopo i nuovi investimenti annunciati dal presidente Biden in materia economica. 

Progetto senza titolo – 2021-03-02T122219.818

La settimana in Borsa è stata molto positiva, soprattutto per quello che riguarda gli indici europei: da segnalare, comunque, che la chiusura nella giornata di ieri ha visto un rallentamento, con Piazza Affari a -0,03%. Negativa anche Francoforte, a -0,46%, mentre Londra e Parigi hanno concluso con segno più una seduta che è rimasta comunque molto equilibrata (+0,36%, +0,21%).

Nel complesso, Piazza Affari è riuscita a guadagnare 5 punti percentuali in questa seconda settimana di marzo, facendo registrare il migliore risultato in Europa, e trainata in particolar modo dalle industrie del settore delle infrastrutture e delle telecomunicazioni, su tutte i due colossi Tim (+13,2%) e Stellantis (+12,8%).


Leggi anche: Borse in rialzo sulla scia cinese

Guardando ai risultati ottenuti dall’inizio dell’anno, solo Parigi (+8,9%) ha fatto registrare un dato più alto rispetto a Piazza Affari (+8,46%), il cui andamento può essere considerato, alla luce di questi numeri, sicuramente molto positivo.

Lo spread rimane stabile rispetto alla giornata di giovedì, chiudendo a 92,9 punti base, mentre continua a rafforzarsi il dollaro, non solo nei confronti dell’euro ma anche nei confronti dello yen, con il cambio che sfiora quota 109.

Borsa: i dati macroeconomici

Progetto senza titolo – 2021-03-06T102606.255

Sull’andamento dei mercati di questa settimana hanno inciso sicuramente le decisioni prese dal vertice della Bce, che ha promesso di ampliare il piano economico per l’emergenza pandemia, e i 1900 miliardi che Biden ha annunciato come investimento per la ripresa economica degli Stati Uniti, ma altri dati molto importanti sono arrivati nella giornata di ieri.

Se il dato arrivato da una ricerca condotta dall’Università del Michigan sulla fiducia dei consumatori statunitensi risulta essere incoraggiante, in sensibile aumento rispetto a quello registrato nel mese passato, non arrivano invece buone notizie per quello che riguarda il mercato del lavoro italiano.

L’Istat ha definito come “senza precedenti” la diminuzione del numero di occupati che si è registrata lo scorso anno, quello in cui la pandemia globale ha condizionato tutte le attività economiche e messo in ginocchio migliaia di lavoratori: sono 496 mila i posti di lavoro che sono stati cancellati dalla pandemia, in particolar modo quelli precari oppure con contratto a termine.


Potrebbe interessarti: Borsa oggi: petrolio in caduta e bolle speculative in Europa

Ilaria Bucataio
  • Laureata in Scienze della comunicazione
  • Esperta in bonus fiscali e detrazioni
Suggerisci una modifica