Borse europee positive ma l’inflazione fa paura

Ilaria Bucataio
  • Esperta in bonus fiscali e detrazioni
26/05/2021

La seduta di oggi si apre con buoni risultati per quello che riguarda le Borse Europee, tutte sopra la parità. Per quello che riguarda i mercati, però, si segnala ancora una certa cautela vista la preoccupazione costante per l’aumento dell’inflazione, nonostante le rassicurazioni della Fed. 

Progetto senza titolo – 2021-03-02T122219.818

Apertura positiva per le Borse Europee, anche se va segnalato che sui mercati prevale un atteggiamento di grande cautela visto quanto sta avvenendo sull’argomento inflazione. Gli investitori, pur essendo stati rassicurati più volte dalla Fed, che ha evidenziato come non sia un dato strutturale da prendere in considerazione, rimangono sempre cauti e cercano di capire in che direzione muoversi senza rischiare.

Per quello che riguarda i principali listini europei, comunque, si registrano tutte partenze sopra la parità: Francoforte inizia la seduta a +0,19%, Parigi a +0,46% e Milano a +0,2%. Dopo due giornate in cui Londra era rimasta indietro rispetto agli altri listini, nella giornata di oggi segue il trend del Vecchio Continente, e apre sempre in positivo, con un +0,17%.

A Piazza Affari attenzione puntata su Rcs: il contenzioso con Blackstone presso il tribunale di New York potrebbe essere riaperto a breve e questo potrebbe incidere sui risultati in Borsa.

Sul mercato dei cambi sempre stabile l’euro che viene scambiata a 1,2256 dollari, in leggero aumento rispetto alla giornata di ieri (+0,05%).

Borsa oggi: positiva la Borsa di Tokyo

Progetto senza titolo – 2021-03-06T102722.321

Dopo che la scorsa settimana la Borsa di Tokyo aveva fatto registrare una frenata importante, il colosso asiatico è ripartito con fiducia, visto anche i risultati positivi che sono arrivati da Wall Street, che influenza in un senso o nell’altro anche le principali piazze internazionali. Anche quella di oggi è una seduta positiva, con un incoraggiante +0,31%.

Per quanto riguarda, invece, il mercato delle materie prime, rimane sempre stabile il prezzo del petrolio, dopo una settimana in cui si erano registrati alti e bassi dovuti anche alle notizie provenienti dal fronte asiatico e in particolare dall’India. Oggi il Wti, in leggero aumento rispetto alla giornata di ieri (+0,05%), scambia a 66,10 dollari. Rialzo in parte più consistente (+0,23%) per il Brent che arriva a 68, 81 dollari.