Buoni carburante 200 euro: da oggi al via, vediamo per chi

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
17/07/2022

Da oggi sarà possibile utilizzare i buoni carburante da 200 euro, che il governo ha messo a disposizione per cittadini lavoratori dipendenti e non solo. Vediamo chi potrà beneficiarne e come funzionano i buoni carburante da 200 euro.

Benzina

Via ufficiale da oggi al bonus 200 euro per il carburante, che finalmente potrà essere utilizzato da una platea ristretta di soggetti beneficiari. L’utilizzo dei buoni è una delle armi che l’esecutivo ha posto nelle mani dei lavoratori per rendere meno oneroso l’aumento dei prezzi dei carburanti, a seguito dello scoppio della guerra in Ucraina. Ma per chi sono disponibili? Come funzionano?

Facciamo chiarezza nel seguente articolo insieme!

Bonus 200 euro carburante: cos’è e come funziona?

Benzina

Vediamo in primis cos’è e come funziona il nuovo bonus da 200 euro da utilizzare per fare carburante. Come già anticipato, si tratta di una delle misure di emergenza che il governo ha preso per mitigare l’aumento del prezzo dei carburanti, in particolare per quelle categorie di persone che devono percorrere lunghi tratti con la macchina.

Come si legge dalla circolare dell’Agenzia delle Entrate, i buoni carburante potranno essere utilizzati dai lavoratori dipendenti, sotto forma di premio. La distribuzione spetterà esclusivamente ai datori di lavoro privati, che dunque potranno far felici i propri dipendenti. Vi sono però delle esclusioni eccellenti.

Bonus 200 euro carburante: esclusi i dipendenti pubblici

Diesel

A sorpresa, sono stati esclusi dal bonus i dipendenti pubblici, che dunque non potranno godere dell’utilizzo dei buoni carburanti da 200 euro. I buoni da 200 euro sono molto utili, in quanto consentono di fare carburante sia con benzina, diesel, GPL e metano, ma anche con le auto elettriche, sempre diffuse ed utilizzate. Altro punto di forza è che i buoni non concorrono alla creazione di nuovo reddito.

Ci si chiede ora se il governo avrà intenzione di prorogare la durata dei buoni, dato che si teme che i prezzi dei carburati rimangano su questi livelli per moltissimo tempo ancora.