Canone Rai 2023 esenzione: entro quando presentare domanda?

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
25/01/2023

Coloro che rientrano nelle categorie previste, possono usufruire dell’esenzione dal Canone Rai, purché venga presentata apposita domanda entro la scadenza prevista. Vediamo insieme.

canone-rai-1217

Nonostante lo scorso anno fosse prevista l’eliminazione del Canone Rai dalla bolletta a partire dal 2023, il governo Meloni non è ancora intervenuto a tal proposito. Di conseguenza, il canone di abbonamento alla televisione rimane in bolletta per tutto l’anno, ma esistono alcune situazioni in cui è possibile richiedere l’esenzione dal pagamento dell’imposta. Vediamo insieme quando ed entro quando fare domanda.

Canone Rai 2023: come funziona l’esenzione

canone_rai_think_482033884_1600x900

Per richiedere l’esenzione è necessario dichiarare di non possedere televisori all’interno dell’abitazione tramite uno specifico modulo dell’Agenzia delle Entrate. Inoltre, l’esonero è previsto anche per gli over 75 con reddito annuo non superiore a 8 mila euro e senza conviventi con reddito proprio. Infine, l’esenzione è prevista anche per i diplomatici e i militari stranieri.

Come richiedere l’esenzione

Per usufruire dell’esenzione dal pagamento del canone Rai, è necessario inviare un dichiarazione sostitutiva all’Agenzia delle Entrate all’interno della quale viene esplicitamente richiesta l’esenzione, dichiarando anche in quale delle categorie riportate si rientra.

Inoltre, è necessario fare domanda entro le date limite stabilite, altrimenti si perderà il diritto all’esenzione.

Entro quando fare domanda

Per chi non possiede un apparecchio televisivo, la domanda per ottenere l’esenzione per tutto il 2023 deve essere presentata entro il 31 gennaio 2023. Tuttavia, l’esenzione ha valenza annuale e, quindi, ogni anno deve essere presentata.

A dover fare richiesta entro la fine del mese sono anche gli over 75 e coloro che rientrano nei limiti reddituali imposti. In questo caso l’esenzione non ha valenza annuale e deve essere fatto comunicazione all’AdE solo nel caso cambi la situazione reddituale del richiedente.

Quanto costa il Canone Rai

L’inserimento del canone Rai in bolletta si deve al governo Renzi, il quale lo ha introdotto nel 2015 tramite la legge di Stabilità con l’obiettivo di contrastare l’evasione fiscale dell’imposta.

Ad oggi il canone Rai equivale a 9 euro al mese per 10 mesi sulle bollette dell’elettricità, mentre prima della riforma il costo era pari a 113 euro l’anno. Di conseguenza, questa misura ha fatto in modo che aumentasse il costo delle bollette, e questo è stato spesso motivo di critica da parte dell’Ue nei confronti dell’Italia.