Canone RAI: chi avrà il rimborso?

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
26/01/2022

Il canone RAI così detto speciale, sarà rimborsato interamente per coloro in possesso di partita IVA. Questo è quanto è stato comunicato dall’Agenzia delle Entrate n. 6/E del 25 gennaio 2022. Vediamo quali sono i codici tributo e le compensazioni da utilizzare.

canone_rai_think_482033884_1600x900

L’Agenzia delle Entrate ha reso noto, tramite la risoluzione n. 6/E, le modalità con le quali sarà possibile ottenere il rimborso del canone RAI speciale. Ma a chi spetta tale possibilità? Le categorie a cui è rivolto il rimborso sono le strutture ricettive e di somministrazione e consumo di bevande in locali pubblici o aperti al pubblico.

Quanto previsto dalla risoluzione dell’Agenzia delle Entrate è stato introdotto ben 8 mesi fa dal decreto Sostegni bis, che a previsto lo stop al pagamento del canone RAI speciale per determinati soggetti.

Rimborso canone RAI: ecco le istruzioni dell’AdE

rai-logos

Per ottenere il rimborso del canone RAI, i soggetti indicati nella risoluzione dovranno seguire un iter ben preciso. La cosa più importante è il codice tributo da utilizzare: per richiedere il rimborso “Credito d’imposta canone RAI speciale” si utilizza il codice tributo “6958”.

Tale codice dovrà essere inserito nelle seguenti voci:

  • nella sezione “Erario”;
  • in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “importi a credito compensati”;
  • nei casi in cui il contribuente debba procedere al riversamento dell’agevolazione, nella colonna “importi a debito versati”.

In seguito dovrà essere comunicato a mezzo F24 l’ammontare pagato, successivamente comunicarlo esclusivamente per via telematica. In caso di mancato adempimento si potrebbe incorrere nel rifiuto dell’operazione.

Rimborso canone RAI: ecco a chi spetta

Canone-rai-1

Vediamo ora a chi spetta il rimborso del pagamento del canone RAI speciale, ossia riservato agli esercenti con partita IVA. Coloro che riceveranno i rimborso, sono le categorie di soggetti che non dovranno più pagarlo in ottemperanza a quanto stabilito nel decreto Sostegni bis. Questi soggetti sono:

  • strutture ricettive,
  • strutture di somministrazione e consumo di bevande in locali pubblici o aperti al pubblico,
  • attività similari svolte da enti del Terzo settore.

Ovviamente il rimborso spetta esclusivamente nei casi in cui nel 2021 tali soggetti abbiano pagato il canone RAI speciale, quando in verità ne risultano completamente esenti.