Carburanti: Europa sempre con meno Diesel

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
17/03/2022

In molti avranno notato come il caro carburanti stia seguendo logiche sempre più particolari: una su tutte è il trovare il prezzo del diesel pari o addirittura al di sopra di quello della benzina: come è possibile questo? Cosa stanno facendo gli stati UE per intervenire?

Diesel

Anche se sembra essersi assestato, il caro carburanti è un problema molto importante per il governo italiano, e non solo. La preoccupazione più grande è per i lavoratori che devono spostarsi continuamente con le macchine e per il trasporto su gomma, molto diffuso in Italia.

Il governo italiano è al lavoro per risolvere la questione, così come lo sono anche gli altri governi UE, che cercano di trovare nuove regole europee per il mercato.

Carburanti: perché il diesel costa come (o più) della benzina?

Diesel

Prima di vedere come gli altri Stati europei stanno intervenendo per far fronte al caro carburanti, vediamo come mai il prezzo è salito così tanto e per quale ragione il prezzo del diesel ha raggiunto quello della benzina. L’aumento è dovuto alla concomitanza di più fattori: in primis vi è l’eccesso della domanda sull’offerta.

Si assiste a tale fenomeno in quanto l’Europa si trova con meno rifornimento di materie prime dalla Russia, che sta creando e creerà problemi alle riserve di carburanti do ogni Stato. Inoltre, in particolare per l’Italia, vanno considerate le accise, che coprono circa il 55% del prezzo al litro.

Caro carburanti: cosa stanno facendo i paesi UE?

europa

Mentre in Italia si lavora per trovare soluzioni sia sul breve periodo, ma anche per una modifica radicale al funzionamento del mercato europeo dei carburanti, cosa succede negli altri Stati UE? In Germania il prezzo è appena al di sotto dei due euro a litro, e la volontà del Ministro delle finanze Lindner è quello di mantenerlo su questo livello.

Ciò potrà essere fatto con uno sconto applicato ad ogni consumatore direttamente dal benzinaio: si parla di circa 20 centesimi al litro. In Austria si fa largo la proposta di porre l’IVA al minimo consentito.

In Spagna si va verso una serie di sconti fiscali che faranno abbassare notevolmente il prezzo dei carburanti.