Carburanti: si può fare il pieno con il Reddito di Cittadinanza?

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
18/03/2022

Per far fronte agli aumenti dei carburanti, anche se in questi giorni si sta assistendo ad una lieve flessione, per i beneficiari del Reddito di Cittadinanza arrivano buone notizie. E’ infatti possibile effettuare il rifornimento con le somme spettanti: vediamo come e quali sono i limiti.

reddito-di-cittadinanza

Ci sono buonissime notizie per i beneficiari del Reddito di Cittadinanza: costoro infatti avranno l’opportunità di alleggerire l’impennata vertiginosa che hanno avuto i carburanti in queste settimane. Le somme del Rdc potranno infatti essere utilizzate per fare rifornimento.

Ma ci sono dei limiti o è possibile addirittura fare il pieno? Scopriamolo insieme nei prossimi paragrafi del seguente articolo!

Carburanti: si può fare rifornimento con il Reddito di Cittadinanza?

Benzina

La risposta è assolutamente sì! Tutti coloro che sono beneficiari di reddito di Cittadinanza o di Pensione di Cittadinanza potranno utilizzare la carta di credito in cui arrivano i versamenti per fare rifornimento. Non è necessario che i distributori siano aderenti o altro, è assolutamente consentito.

L’unico vincolo è quello del circuito di cui si serve il distributore: le carte del reddito utilizzano Mastercard dunque è necessario che anche il distributore utilizzi questo circuito di pagamento internazionale. Può dunque essere utilizzato per ogni forma di carburante, dalla benzina al metano, con la limitazione che deve essere effettuato in distributori italiani.

Rifornimento con il Reddito: quale auto può essere rifornita?

reddito-1200-1

Vediamo quale auto può essere rifornita con le somme del Reddito di Cittadinanza. I limiti ci sono, ma sono indiretti, in quanto la regolamentazione del reddito prevede che questo non sia erogabile a coloro che hanno acquistato:

  • auto immatricolate per la prima volta nei 6 mesi antecedenti alla richiesta, indipendentemente dalla cilindrata;
  • auto immatricolate la prima volta nei 2 anni antecedenti alla richiesta, con cilindrata superiore a 1.600 cc;
  • motoveicoli di cilindrata superiore ai 250 cc immatricolati la prima volta nei 2 anni precedenti.

Inoltre, durante il periodo in cui si è beneficiari non si possono acquistare auto nuove, o usate immatricolate da meno di sei mesi.