Caro bollette 2022: quanto incide lo smart working?

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
16/02/2022

Quanto incide lo smart working sull’aumento delle bollette? Stando a quanto comunicato da Selectra, coloro che svolgono il proprio lavoro da remoto vedranno le loro bollette aumentare più di coloro che lavorano in ufficio. Vediamo insieme nel dettaglio i dati in merito.

bolletteA contribuire al Caro bollette che interesserà tutti cittadini italiani a partire dal mese in corso c’è anche lo smart working. A renderlo noto è Selectra, il servizio gratuito che confronta le offerte di luce, gas e internet.

Se prima della pandemia, appena l’11% dei lavoratori svolgeva il proprio incarico da remoto, nel 2021 i lavoratori in smart working sono diventati 55%; tuttavia, il 60% dei lavoratori lamenta problemi legati all’aumento dei costi delle utenze domestiche.

Ma come incide questa modalità di lavoro in remoto sulle utenze domestiche? Vediamo insieme nel dettaglio.

Caro bollette 2022: quanto incide lo smart working?

bollette-2Stando a quanto comunicato da Selectra, un lavoratore in smart working full time, che si affida al Servizio di Maggior Tutela, a febbraio 2022 spenderà 57 euro in più nella bolletta mensile luce (+230%, per un totale di 102 euro), e 159 euro in più per la bolletta del gas (+220%, per un totale di 290 euro) rispetto a febbraio 2021. Lo smart worker full time che è invece passato al Mercato Libero, pagherà sempre di più rispetto all’anno scorso, ma riuscirà a risparmiare a febbraio 2022, rispetto al Tutelato, 45,5 euro sulla bolletta della luce e 32 euro su quella del gas.

Ricordiamo che le principali differenze tra il Mercato tutelato e il Mercato libero è che nel primo caso l’autorità competente è l’ARERA, le cui competenze riguardano la regolamentazione delle tariffe e gli aggiornamenti contrattuali su base trimestrale, in base alle oscillazioni del costo della materia prima sul mercato; nel secondo caso le condizioni economiche e i contratti che le regolano sono stabiliti dalle diverse compagnie e dagli operatori autorizzati che agiscono in concorrenza.

Gli aumenti rispetto al lavoro in ufficio e le soluzioni

bollette-calcoloRispetto a chi lavora in ufficio full time, un lavoratore in smart working nel Servizio di Maggior Tutela a febbraio 2022 spenderà 17 euro in più per la luce e 39 euro in più per il gas. Sul Mercato Libero, invece, si parla di 10 euro in più per la luce e 32,5 euro per il gas.

Selectra consiglia di passare al Mercato Libero per risparmiare; infatti, se nel mercato di Maggior Tutela il prezzo viene stabilito dall’Autorità e cambia ogni tre mesi, nel Mercato Libero il fornitore può stabilire il proprio prezzo. Inoltre, nel secondo caso, le offerte possono prevedere un prezzo fisso per uno o due anni, mentre nel mercato di Maggior Tutela non è possibile bloccare il prezzo dell’energia o del gas.