Caro bollette: anche l’UE spiega come risparmiare sulle bollette

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
23/09/2022

In tempi di crisi energetica, ogni consiglio deve essere ben accetto se propenso al risparmio. Di seguito vi proponiamo una lista di accortezze utili per fronteggiare il caro bollette, seguendo delle indicazioni fornite dall’Unione Europea e dall’Agenzia internazionale pe l’energia. 

energia rinnovabile aziende it

 

La crisi energetica non sembra trovare fine, facendo segnare quello che è  uno dei periodi più drammatici dal punto di vista bellico ed energetico degli ultimi tempi. I prezzi dell’energia che sono aumentati in tutte le Regione italiane e non solo. Dopo aver parzialmente risolto l’eccessivo costo dei carburanti, si sta lavorando per evitare che la crisi energetica possa creare eccessivi problemi a famiglie e imprese, in particolare nel quarto trimestre del 2022.

Di seguito vi riportiamo una serie di accortezze da tenere a mente per evitare di consumare troppa energia e risparmiare.

Bollette: l’UE spiega come risparmiare

europa

Quali sono le linee guida dettate dall’Unione Europea e dall’Agenzia internazionale per l’energia per risparmiare sulle bollette? Seguendo questi consigli, si stima che si potrebbe risparmiare petrolio per riempire 120 petroliere, e abbastanza gas naturale per riscaldare quasi 20 milioni di case.

Ovviamente questi dati sono su scala mondiale: per quanto riguarda l’UE, si stima che seguendo tali accortezze un nucleo familiare medio potrebbe risparmiare oltre 500 euro al mese. Vediamo quali sono nel paragrafo successivo.

Caro bollette: consigli per spendere meno

Energia

I consigli principali riguardano la temperatura media che deve essere presente all’interno dei locali sia abitativi che lavorativi. In media la temperatura nelle case viene fissata a 22 gradi, ma sarebbe buon costume porre il termostato ad una temperatura tra i 19 e i 20 gradi. Seguendo questa opzione sarà possibile diminuire il consumo di energia del 7%.

Per ogni grado medio in meno nelle abitazioni si andrebbero a risparmiare circa 70 euro in bolletta, e questo vale sia per i termosifoni che per i condizionatori. Altro consiglio è quello di impostare le caldaie nella modalità efficientamento energetico: così facendo si andrebbero a risparmiare circa 100 euro all’anno.