Caro carburanti 2022: i distributori dove conviene fare il pieno

Luca Paolucci
  • Esperto di: Politica, Economia e Detrazioni Fiscali
23/06/2022

Carburanti: non si arrestano i rincari, con i prezzi medi che sono tornati ad oscillare intorno ai 2 euro al litro, sia per la benzina che per il diesel. Un’indagine di Altroconsumo ha mostrato i distributori più convenienti presso cui fare il pieno: vediamoli insieme.

fuel-1596622_1920

Continuano ad aumentare i prezzi dei carburanti. Secondo le ultime rilevazioni, siamo tornati in media sopra i 2 euro al litro, nonostante il taglio delle accise imposto dal Governo.

Altroconsumo ha confrontato l’andamento delle principali insegne lungo strade e autostrade italiane. L’indagine ha preso in esame i prezzi dei carburanti di 14.506 distributori della rete urbana ed extraurbana e di 455 distributori della rete autostradale.

Nel seguente articolo vediamo tutti i distributori più convenienti.

Benzina: i distributori più convenienti

refuel-gfc09bca9f_1920

Per quanto riguarda i distributori presenti nei centri urbani e nella rete extraurbana, i prezzi della benzina non si discostano molto. Il prezzo medio più conveniente è quello proposto da Tamoil. Questa la classifica:

  1. Tamoil;
  2. Esso (+1%);
  3. Q8 (+1%);
  4. Api-Ip (+4%);
  5. Agip-Eni (+4%).

Questa, invece, la classifica dei distributori più convenienti in autostrada:

  1. Tamoil;
  2. Q8;
  3. Sarni Oil;
  4. Api-Ip (+1%);
  5. Esso (+1%);
  6. Agip-Eni (+4%).

Gasolio: le insegne meno care

refuel-g9b5d77b82_1920

Per quanto riguarda il diesel, nei centri urbanie nella rete extraurbana le sigle più convenienti sono le seguenti:

  1. Tamoil;
  2. Esso (+1%);
  3. Q8 (+1%);
  4. Api-Ip (+2%);
  5. Agip-Eni (+3%).

In autostrada, invece, la forbice dei prezzi si allarga. Questa la classifica:

  1. Sarni Oil;
  2. Tamoil (+1%);
  3. Q8 (+1%);
  4. Esso (+1%);
  5. Api-Ip (+3%);
  6. Agip Eni (+7%).

I prezzi del GPL

fuel-g3a694ec36_1920

Per quanto riguarda il GPL, la distanza tra le varie insegne cresce ulteriormente, come emerge dalla classifica qui di seguito:

  1. Q8;
  2. Sarni Oil (+3%);
  3. Agip Eni (+5%);
  4. Esso (+7%);
  5. Tamoil (+7%);
  6. Api-Ip (+11%).

Quanto è aumentato il prezzo dei carburanti?

refuel-1629074_1920

Ma quanto è aumentato il costo dei carburanti nelle ultime settimane?

Questi i prezzi medi di giugno secondo l’ultima rilevazione effettuata dal MISE:

  • benzina 1.940,54 (€/1.000 litri);
  • gasolio auto 1.851,52 (€/1.000 litri);
  • GPL 830,25 (€/1.000 litri);
  • O.C. FLUIDO BTZ 1.236,45 (€/1.000 kg);
  • O.C. DENSO BTZ: 838,78 (€/1.000 kg).

Questi, invece, i prezzi medi rilevati lo scorso mese di maggio:

  • benzina 1.851,27 €/1.000 litri;
  • gasolio auto 1.823,65 €/1.000 litri;
  • GPL 833,89 €/1.000 litri;
  • O.C. fluido BTZ 1.186,46 €/1.000 kg;
  • O.C. denso BTZ 805,69 €/1.000 kg.