Caro energia: ecco le soluzioni del governo

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
01/09/2022

Il caro energia continua ad essere un problema serio per le famiglie e per le imprese italiane, che stanno assistendo ad aumenti della spesa pari al 200% nel peggiore dei casi. Il governo sta valutando di intervenire per mitigare tali effetti, in particolare in previsione degli aumenti del terzo semestre.

Energia

Il primo passo che il governo sta seguendo è quello di considerare quali e quanti stock di energia ha in possesso l’Italia, data l’emergenza attuale. In seguito vi è il tema sugli extraprofitti delle aziende di energia:  si attendono i calcoli sugli incassi della tassa sugli extraprofitti, dopo la stretta introdotta proprio con il decreto aiuti bis a inizio agosto.

Vediamo nel dettaglio quali misure sta studiando il governo e quando dovrebbero essere attuate.

Caro energia: quali misure sta valutando il governo?

modern-kitchen-stove-natural-gas-burns-with-blue-flame-household-gas-consumption-close-up-selective-focus

Il governo ha il dovere d’intervento verso coloro che si trovano in difficoltà a causa dell’aumento dei prezzi dell’energia. Questa situazione potrebbe peggiorare ancora nel corso del terzo semestre, portando molte aziende al fallimento e lasciando le famiglie con meno potere d’acquisto. Vediamo gli interventi che si stanno studiando.

Uno dei principali è quello di intervenire con un nuovo credito d’imposta in favore delle imprese energivore, ma non solo. Sono in arrivo piccoli interventi diretti per salvaguardare le piccoli e medie imprese dalla crisi di liquidità.

Bollette: nuovo decreto in arrivo?

Gas

Presumibilmente, il governo ha intenzione di utilizzare il solito strumento per fronteggiare la crisi energetica: un nuovo dpcm. E’ certo, per voce dell’esecutivo stesso, che non vi saranno emendamenti al decreto Aiuti bis di Agosto, dunque eventualmente si andrà a porre in essere un nuovo dpcm.

Dati i tempi stretti a causa dell’arrivo della tornata elettorale, è verosimile credere che il nuovo decreto potrebbe essere affare del nuovo esecutivo. Il tema energia è uno dei temi caldi della campagna elettorale, la partita politica si giocherà molto su questo settore.